Di Fazio e De Fazio: «Chiediamo a Cascella di ritirare le sue dimissioni»

Di Fazio e De Fazio: «Chiediamo a Cascella di ritirare le sue dimissioni»

La nota del segretario provinciale e di quello cittadino del Partito Democratico

«Solidarietà e vicinanza per l’operato amministrativo del sindaco di Barletta Pasquale Cascella – commentano il segretario provinciale PD BAT Pasquale Di Fazio ed il segretario del circolo PD Barletta Nicola Defazio – dopo le dimissioni seguite alla mancata approvazione del punto in consiglio comunale relativo all’adozione del Documento Preliminare Programmatico al Piano Generale Urbanistico. C’è rammarico nel constatare e prendere atto di azioni poco sinergiche verso l’amministrazione comunale da parte di diversi consiglieri comunali di maggioranza che hanno fatto mancare il loro voto per l’approvazione dell’adempimento proposto all’assemblea consiliare. Senza addentrarci in questa sede in valutazioni di carattere tecnico non sono ammissibili atteggiamenti di inerzia amministrativa come quelli andati in scena e le cui conseguenze hanno portato alla mancata approvazione del documento tecnico propedeutico alla approvazione del Pia«no Urbanistico Generale».

«Rivolgiamo pubblicamente – scrivono Pasquale Di Fazio e Nicola Defazio – al Sindaco di Barletta Pasquale Cascella l’invito a ritirare le dimissioni rassegnate in consiglio comunale entro il termine previsto. Dal punto di vista politico ci permettiamo di avanzare alle forze politiche, e ai gruppi consiliari, la proposta di approvare il Documento Preliminare Programmatico in una seduta di consiglio comunale da calendarizzare a breve. Altrimenti sarebbe lecito il dubbio che quello messo in atto sia un tentativo trasversale di rimandare l’approvazione del DPP. L’obiettivo è che possa essere plasmato a immagine e somiglianza? Di chi e da chi? Aspettiamo risposte dalle forze politiche che hanno preferito rinunciare alla formazione di una coalizione unita di centrosinistra, da chi ha posto veti al PD creando una coalizione di liste civiche per la prossima competizione elettorale amministrativa».

Lascia un Commento