Barletta, città di sfide: Luigi Cascella dedica la sua tesi di laurea alla nostra città

Barletta, città di sfide: Luigi Cascella dedica la sua tesi di laurea alla nostra città

Un progetto di City branding per promuovere il turismo e le bellezze nostrane


1brltt_def-828
Sicuramente avrete già sentito parlare di Luigi Cascella, il giovane grafico barlettano che in passato ha trasformato la nostra città in un’ambientazione da album musicali. Recentemente Luigi ha conseguito la laurea presso l’Accademia delle Belle Arti di Foggia e anche in questa occasione non ha esitato nel mostrare il suo amore sconfinato per Barletta. Ha infatti presentato come tesi di laurea un progetto chiamato “Barletta, città di sfide”, un gioco di parole che richiama la Disfida ma riflette anche le sfide che la città deve affrontare per emergere.
In un’intervista per la nostra testata ha dichiarato:- Si tratta di un progetto di city branding che consiste nel trasformare una città in un brand per far si che essa tragga profitto da tutto ciò sia in termini economici e turistici sia per risvegliare l’amore dei cittadini per la città. Il tutto è partito ovviamente dall’amore viscerale che provo per Barletta e perché volevo confrontarmi con qualcosa di nuovo. Il progetto sarà proposto al comune, sperando di ottenere un riscontro positivo. Ho usato dei simboli principali, che si chiamano “landmarks” e sono delle icone rappresentanti i vari monumenti della città. Nel logo invece sono raffigurati croce e palla che ha in mano Eraclio, onde del mare perché Barletta ha una tra le coste più lunghe d’Italia, le spade incrociate per la Disfida e le quattro bande dello stemma originale. Il tutto accompagnato da una corona turrita in cima al logo che era un riconoscimento dato a chi avesse per primo scalato le mura nemiche-.
Riguardo le potenzialità della nostra città, Luigi non ha dubbi:-Penso che Barletta sia molto sottovalutata, prima di iniziare con la stesura del progetto ho sottoposto tramite instagram dei sondaggi ad un campione di 150 persone e in molti hanno detto che pensavano che Barletta si esprima sotto le sue potenzialità e che se avesse un’immagine più istituzionale sicuramente la situazione sarebbe migliore. Questo progetto, a mio parere, è anche un buon metodo per semplificare la comunicazione coi cittadini-.