Turisti tedeschi derubati del camper, Barletta risponde con hotel e pasti gratuiti

Turisti tedeschi derubati del camper, Barletta risponde con hotel e pasti gratuiti

La macchina della solidarietà per cancellare l’orrore di un furto

La macchina della solidarietà che si mette in moto di fronte al furto di un camper. Non è un gioco di parole su ruote, ma la risposta di Barletta alla disavventura che ha toccato due turisti tedeschi. Silvio e Anju Dannerberg, accompagnati dal loro volpino Hercules, avevano raggiunto la città della Disfida questa mattina sul loro mezzo a quattro ruote dalla vicina Trani. Sosta sulla litoranea di Ponente dedicata a Pietro Mennea, una passeggiata in spiaggia e al ritorno l’amara scoperta: il furto del camper da anni utilizzato per le loro vacanze in giro per l’Europa. La coppia originaria di Berlino è stata soccorsa dai carabinieri e ha sporto denuncia.

Allora è scattata la corsa per aiutare Silvio e Anyju. Gianni Sciascia, titolare del bed and breakfast Il Campanile, ha assistito alla denuncia sporta dai due ai carabinieri e ha offerto loro un posto per dormire. Ad assicurare alla coppia di turisti tedeschi un buon pranzo pugliese è stato invece Pino Centaro, proprietario del ristorante Brezza Marina. “Abbiamo cercato di rendere la loro giornata meno amara con la cucina pugliese – spiega – gli abbiamo offerto burratine e bruschette, vino, cavatelli ai frutti di mare con vongole e cozze nere e frutta. Non lasciamo nessuno in mezzo alla strada. Ora speriamo che ritrovino il camper grazie all’aiuto delle forze dell’ordine, ma fino a che saranno a Barletta non saranno lasciati soli”. Per i signori Dannenberg (nella foto scattata da Nino Vinella in piazza Duomo) una disavventura che attende una soluzione: intanto, però, hanno avuto modo di apprezzare la solidarietà che i pugliesi sanno assicurare a chi si trova in difficoltà.