Contributi fitto casa, approvata la graduatoria 2016 a Barletta

Contributi fitto casa, approvata la graduatoria 2016 a Barletta

Ora il Comune chiederà alla Giunta regionale di sbloccare 687.908,11 euro

Sono state approvate le graduatorie (Fascia A e Fascia B) per l’anno 2016 dei cittadini che hanno fatto richiesta per accedere alla misura del sostegno per l’accesso alle abitazioni in locazione, a cura del Settore Servizi sociali del comune di Barletta. Con determinazione dirigenziale (la numero 1407 del 4/10/2018), sono state ammesse a tale misura 1.706 domande, a fronte delle 1.781 presentate. Sono dunque 75 quelle escluse.

A questo punto l’Ente comunale inoltrerà formale richiesta alla Giunta regionale di erogare il fondo messo a disposizione del comune di Barletta, pari a 687.908,11 euro. Il comune di Barletta, dal canto proprio, concorrerà al cofinanziamento di tale misura con una somma pari al 20% dell’importo assegnato dalla regione Puglia, per un ammontare di 137.581,62 euro, al fine di partecipare alla Premialità per l’anno 2016. La liquidazione del contributo agli aventi diritto avverrà dopo gli accertamenti in capo alla veridicità delle dichiarazioni rese.

“Tali misure rappresentano uno strumento importante che ci consente di far fronte a situazioni di fragilità sociale – ha detto il sindaco Cosimo Cannito – e di sostenere chi legittimamente aspira ad accedervi, motivo per cui la macchina amministrativa e i servizi sociali hanno predisposto tutto il necessario in tempi brevissimi e con la massima efficacia”. “E’ nostra intenzione liquidare le somme spettanti entro il mese di dicembre 2018 – ha aggiunto Cannito – per andare incontro alle legittime esigenze dei richiedenti”.

“Questo è un ulteriore passo avanti – ha aggiunto l’assessore comunale alle Politiche sociali Michele Lasala – verso l’obiettivo finale che è quello di rientrare fra i comuni assegnatari della premialità regionale, al fine di incrementare l’ammontare del finanziamento per consentire che il diritto alla casa diventi effettivo per una fascia sempre più ampia di persone e di famiglie”.