“Domenica di carta 2018”, Barletta risponde presente

“Domenica di carta 2018”, Barletta risponde presente

Il 14 ottobre apertura straordinaria della biblioteca “Loffredo”

Anche l’Amministrazione comunale di Barletta aderisce alla manifestazione nazionale “Domenica di carta 2018” promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MIBAC) per domenica 14 ottobre e finalizzata alla conoscenza dei luoghi storici della memoria e del patrimonio in essi contenuti, attraverso l’apertura straordinaria delle Biblioteche e degli Istituti archivistici.  La manifestazione è pensata per promuovere accanto ai musei popolati di statue e dipinti, e le aree archeologiche dei reperti preziosi, anche i “monumenti di carta”, edificati su un patrimonio altrettanto rilevante e copioso, ben custodito in biblioteche antiche o moderne e negli Archivi di Stato, promuovendone la conoscenza ad un pubblico quanto più ampio possibile.
L’edizione 2018 della manifestazione vedrà anche la partecipazione dell’Archivio di Stato – Sezione di Barletta che affiancherà nell’organizzazione degli eventi la Biblioteca Comunale ”Sabino Loffredo”. “Domenica di carta 2018” prevede l’apertura straordinaria della Biblioteca Comunale “Sabino Loffredo” sabato 13 e domenica 14 ottobre, dalle ore 10:00 alle 13:00 e dalle ore 16:00 alle 19:00, al fine di valorizzare il ricco patrimonio librario e documentario e promuovere i servizi bibliotecari.  Nell’occasione sarà possibile visitare due esposizioni di notevole importanza storico-culturale. La mostra bibliografico-documentaria dal titolo “Barletta, i documenti…la storia” esporrà documenti e materiale bibliografico di particolare pregio appartenenti al patrimonio della Biblioteca e dell’Archivio di Stato riguardanti la storia cittadina dagli inizi del millennio fino ai giorni nostri.
Il pubblico potrà godere anche dell’esposizione dal titolo “J.R.R. Tolkien e il suo tempo“ curata dal saggista e collezionista Oronzo Cilli, riguardante testi appartenuti allo scrittore, filologo e accademico britannico John Ronald Reuel Tolkien, con le prime edizioni delle sue maggiori opere, Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit, e volumi posseduti da studiosi e autori, amici di Tolkien. I visitatori, accolti da personale qualificato, saranno accompagnati lungo il percorso espositivo delle mostre e avranno, così, la possibilità di visitare la struttura bibliotecaria posta all’interno del Castello e conoscere i servizi bibliotecari in essere.