Controllo impianti termici, per i cittadini nessun costo aggiuntivo

Controllo impianti termici, per i cittadini nessun costo aggiuntivo

Il servizio è stato affidato a Bar.s.a.

«Non comporterà alcun costo aggiuntivo per i cittadini l’affidamento alla società in house Bar.s.a., da parte dell’Amministrazione comunale, delle attività relative al servizio di verifica degli impianti termici». A spiegarlo una nota ufficiale. «Le tariffe per le verifiche dovute, infatti, restano invariate e sono quelle approvate dal consiglio comunale a marzo del 2012. I cittadini, dunque, continueranno a pagare 15 euro per tale servizio. Tale quota va versata ogni quattro anni (per 8 anni) nel caso in cui si tratti di un impianto di nuova installazione, mentre a partire dal nono anno la quota va versata ogni due anni».

«Tanto in adempimento a quanto previsto dalla normativa vigente, fra cui la Legge 10/91 – precisa il comunicato – che pone a carico dei comuni con popolazione superiore ai 40.000 abitanti il compito della verifica e della ispezione degli impianti di climatizzazione invernali ed estivi, a salvaguardia dell’ambiente e a tutela della pubblica e privata incolumità».