«…e se i Bronzi ritrovati a Riace fossero clandestini? Anche loro sono venuti dal mare che è sempre stato foriero di cultura e confronto», questa la provocazione che si legge nel presepe di quest’anno realizzato dall’artista prof. Paolo Vitali; ormai consuetudine annuale immancabile, la rappresentazione della Natività con una nota personale del professore, che spinge come sempre alla riflessione. «Se fosse ancora lì (a Riace), le cose sarebbero andate diversamente per il paese che li ha accolti? Il Presidente, che considero un valore, purtroppo viene vissuto sempre più come fatto estetico e consumistico, quindi… “Messo in un angolo”». La scena della Natività è visitabile presso il cortile di Palazzo della Marra per tutto il periodo delle festività.