Perde soldi giocando alle slot machine e si fa consegnare soldi dai gestori: arrestato 34enne

Operazione della Polizia di Stato

E’ Domenico Cisternino, pregiudicato barlettano di 34 anni, l’uomo arrestato dai poliziotti della Squadra Investigativa del Commissariato di P.S. di Barletta, in esecuzione di una misura cautelare emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani. L’uomo, ritenuto responsabile di due estorsioni e di una rapina, dopo aver – a suo dire – perso denaro giocando alle slot machine installate presso un bar della periferia barlettana, mediante violenza e minacce al titolare del bar e ai dipendenti della ditta istallatrice dei giochi, si faceva consegnare, in tre distinte occasioni, rispettivamente la somma di 300 euro, 200 euro e 500 euro.

In particolare, in una circostanza il 34enne ha costretto i gestori delle slot machine a restituirgli i soldi persi al gioco minacciandoli con un coltello e, in un’altra occasione, ha minacciato i gestori, contattandoli telefonicamente, al fine di farsi consegnare la somma di 500 euro a fronte di una presunta perdita di 1.400 euro.

L’attività d’indagine degli investigatori, avvalorata dalla visione dei filmati registrati dalle telecamere installate all’interno del locale pubblico, ha consentito di identificare con certezza il reo che è stato tratto in arresto.