Due Delibere di Giunta approvate il 4 giugno scorso (la n. 95 e 96) richiamano l’attenzione per la loro ricaduta sull’area di cui si è discusso abbondantemente in questi mesi, cioè l’area accanto al fossato del Castello (ex Dipaola); sappiamo che il rischio della costruzione di un supermercato era stata sospesa, grazie alla proposta di perequazione con un’altra area nella periferia della città, accettata dalla società tedesca LIDL.

Gli atti sono propedeutici alla partecipazione del Bando per l’“Assegnazione ai Comuni di contributi per investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti alla riduzione di fenomeni di arginalizzazione e degrado sociale” e relativa proposta di modifica del Piano Triennale delle Opere Pubbliche, l’Amministrazione comunale tramite gli Uffici Tecnici, a firma del Dirigente arch. Michele Saglioni, ha elaborato un progetto “La Sfida del Borgo”. Tra i vari interventi si prevede 1 milione di euro per la creazione di un teatro all’aperto, palcoscenico con strutture fisse ed elementi essenziali di servizio quali gradonata, blocchi servizi per gli spettatori e per fruitori delle aree verdi del Fossato, con illuminazione e fonale, proprio nell’area interessata.

Quest’operazione potrebbe essere utile a sancire l’interesse pubblico su quell’area, che attualmente di proprietà privata.

Link alle delibere n. 95 e 96