Si è svolto in un clima cordiale, proficuo e produttivo l’incontro tra la Delegazione Federazione Cartolibrai di Unibat, guidata dal Presidente Emanuele Ruscino e dal Direttore Savino Montaruli, e la Dirigente del Settore Pubblica Istruzione, dott.ssa Caterina Navach e l’Assessore alla P.I., arch. Nicola Gambarrota. Al centro dell’incontro tecnico tematico le procedure relative ai buoni libro a carico della Regione Puglia per la scuola media e superiore e delle cedole per le scuole elementari, che invece sono a carico dell’amministrazione comunale.

Da parte della Dirigente Navach, professionista altamente qualificata e profonda conoscitrice della macchina amministrativa, la rassicurazione ai Cartolibrai, sia per quanto riguarda i buoni delle scuole medie che per le superiori oltre che per le cedole delle elementari, che il comune di Barletta, a decorrere da quest’anno, emetterà da subito un CIG unico in modo da consentire agli esercenti di emettere fatture mensili che l’Ente liquiderà entro quindici giorni, a differenza di quanto accadeva negli anni precedenti quando le cedole delle elementari venivano rimborsate a ridosso delle vacanze natalizie. La Dirigente ha poi ribadito l’orientamento del comune di digitalizzare tutte le procedure rendendole più snelle e in linea con i tempi e le necessità dell’utenza che ne riceverà un servizio di gran lunga migliore e molto più qualificato mentre per i Cartolibrai la possibilità di incassare più celermente le somme emesse in fattura. L’Assessore Gambarrota si è mostrato soddisfatto per l’interlocuzione con Unibat e i suoi rappresentanti garantendo una costante e continua collaborazione per perfezionare tutte le innovazioni tecnologiche introdotte, che fanno del comune di Barletta un Ente all’avanguardia in uno dei tanti Settori guidati dalla Navach.

“In un momento tanto delicato anche per la Categoria dei Cartolibrai, questa vicinanza e disponibilità sono un segnale importante che abbiamo colto con immenso piacere, garantendo continuità in una collaborazione proficua, finalizzata al contemperamento delle diverse esigenze delle famiglie, degli studenti, dei cartolibrai e dell’Ente Pubblico” – hanno dichiarato Ruscino e Montaruli di Unibat”