“Buona partecipazione di pubblico, nonostante la pioggia – questo il comunicato diffuso dagli organizzatori di “Barletta Più” con il presidente Francesco Caputo dopo la riunione del centrosinistra – per l’incontro fra esponenti del centrosinistra di Barletta, tenutosi sabato scorso presso la sala Athenaeum. Sul palco Santa Scommegna e Carmine Doronzo, già candidati sindaci alle ultime elezioni amministrative, Shady Alizadeh e Sabino Zinni, candidati alle elezioni politiche di settembre. Scommegna e Doronzo si sono confrontati sulle idee, i criteri e i metodi da mettere in campo per ricostruire un centrosinistra che torni a rappresentare gli ultimi, che faccia serie e coraggiose politiche sociali, che non ceda a consorterie che nulla hanno a che vedere con la sua solida e vera tradizione e vocazione e, infine, che abbia forza e autorevolezza per estirpare i troppi interessi personali che tanto hanno contribuito ad allontanare il consenso, favorendo un preoccupante e massiccio astensionismo, sia a livello locale che nazionale. Doronzo ha messo in rilievo la necessità di avere solide basi ideologiche e Scommegna ha parlato di costruzione di una visione e della necessità di una forte organizzazione. La giovane Shady Alizadeh, delegata territoriale alla Costituente del Partito Democratico, ha messo in rilievo i criteri di rappresentanza e delega e ha posto l’accento sulla radicalità delle scelte. Le conclusioni sono state affidate a Sabino Zinni il quale, sottolineando e analizzando uno per uno i temi emersi, ha ricordato la figura gigantesca del mai dimenticato Guglielmo Minervini, regalando alla platea un suo pensiero che è anche un manifesto politico: “che la sera ci colga lottando”. Una lotta indispensabile al centrosinistra, da tempo immerso in una sera che rischia di diventare notte fonda.

In sala, anche il sindaco di Barletta Mino Cannito, che ha ascoltato con molta attenzione il dibattito.

Questo incontro è stato il primo di una serie di attività che l’associazione Barletta Più ha in programma di svolgere per dare un contributo alla riconnessione della politica con la società civile”.