“Apprendiamo attoniti, come tutta la città, che la consegna del cantiere di via Andria e via Vittorio Veneto subirà nuovi slittamenti a causa della necessità di rinnovare il progetto per la realizzazione dell’impianto di illuminazione. Quanto sta accadendo non ci sorprende e conferma la bonarietà della nostra proposta di istituire una commissione di indagine su quei lavori al fine dei comprendere le responsabilità dei ritardi che stanno subendo”. Così il gruppo consiliare del Partito Democratico.

“La commissione presieduta da Santa Scommegna – spiegano i consiglieri dem – si è insediata a fine luglio e sta lavorando al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati. Gli esiti di quanto sta emergendo sono al momento riservati, ma non possiamo nascondere come Partito Democratico la preoccupazione per quanto sta avvenendo. La gestione della realizzazione di un’infrastruttura così importante si è rivelata quantomeno approssimativa”.

“La nostra attenzione è rivolta tutta verso i disagi che i cittadini sono costretti ad affrontare ormai da anni. Si va dalle drammatiche condizioni dei residenti della zona cantiere costretti a vivere “imprigionati” e isolati, fino ad arrivare alla questione della viabilità che, in alcune zone della città è diventata insostenibile: passaggi come quello di via Alvisi hanno raggiunto una densità di traffico elevatissima con conseguenti rischi ambientali. Bisogna impegnarsi – conclude il gruppo democratico – per superare questa situazione e dare finalmente ai cittadini risposte concrete e risolutive”.