Home Attualità Un’attesa durata 20 anni, si sblocca il cantiere del parcheggio interrato di...

Un’attesa durata 20 anni, si sblocca il cantiere del parcheggio interrato di via Vittorio Veneto

Cannito: «Pensiamo ad altre aree posteggio in periferia»

Un’attesa durata quasi 20 anni. Nel 2004 la sua programmazione, nel 2006 il contratto di aggiudicazione della progettazione. Poi, del grande parcheggio interrato di via Vittorio Veneto previsto dal Contratto di Quartiere (Borgovilla-Patalini) si persero letteralmente le tracce, finito nei meandri di una burocrazia elefantiaca che ha rallentato ogni procedura. Due giorni fa, assolti gli ultimi obblighi di legge e ricevuti i pareri positivi di tutti gli enti coinvolti, l’area di cantiere è stata finalmente consegnata alla ditta di Roma che si è aggiudicata l’appalto per poco più di 2 milioni di euro. I lavori partiranno il 4 settembre e si concluderanno, secondo cronoprogramma, nel febbraio 2025. Un parcheggio interrato che ospiterà 110 posti auto e 10 stalli per i motoveicoli. Non sono previsti manufatti in superficie al di fuori del solo vano ascensore. «Si conclude con lo sblocco di un’importante opera per la città» commenta il sindaco Cannito. «L’ennesima logorante battaglia contro gli ostacoli della burocrazia».

Non l’unico parcheggio che Cannito ha in mente di realizzare per andare incontro alle esigenze di residenti e attività produttive. Un’altra area posteggi di 7500 metri quadri è prevista in via Ponchielli grazie all’approvazione nell’ultimo consiglio comunale dell’ex Piano Chiaia. Spazi per nuovi parcheggi programmati anche in via Dante Alighieri, nei pressi della scuola Morelli. In attesa che l’Eni definisca quale destinazione riservare al terreno di sua proprietà in via Cafiero, dove l’amministrazione accoglierebbe di buon grado un parcheggio al servizio del centro storico

Exit mobile version