Presentato in anteprima nella sezione “Orizzonti” della 78^ Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, “Inu-Oh”, quinto lungometraggio del regista giapponese Masaaki Yuasa, sarà in programmazione alla Multisala Paolillo di Barletta martedì 17 (ore 18.30) e mercoledì 18 ottobre (ore 20.45).

Candidato al Golden Globe come Miglior Film d’animazione 2022, l’opera anticonformista, considerata un inno alla libertà dell’arte e della vita, ha impressionato pubblico e critica per la sua forza travolgente, per la sua eleganza e la sua colonna sonora. Un anime musicale rock, destinato a lasciare il segno.

La narrazione densa di dettagli e il contesto storico hanno portato l’intero staff tecnico e artistico ad una grande sfida estetica. Il fumettista Taiyo Matsumoto si è occupato del progetto grafico dei personaggi e della copertina del libro originale. Il compositore Yoshihide Otomo è autore della meravigliosa colonna sonora che trascende i generi classici racchiudendo sorprendentemente rock’ n’ roll moderno e musica orchestrale.

La storia adattata dalla sceneggiatrice Akiko Nogi è liberamente ispirata a The Tale of the Heike: The Inu-Oh Chapters (2017) dello scrittore Hideo Furukawa, uno spin-off tratto dal suo precedente lavoro di traduzione di lingua moderna del celebre The Tale of the Heike, romanzo frutto di racconti trasmessi oralmente sul clan Heike. L’ambientazione racchiude elementi di interessante unicità legati alla figura di Inu-Oh (letteralmente Re dei cani), enigmatico performer teatrale esistito realmente tra il 14° e il 15° secolo. Nato con caratteristiche fisiche anomale e cresciuto all’aperto come un cane, Inu – Oh, ricoperto dagli adulti con una maschera e con indumenti, a Kyoto incontra Tomona, un monaco cieco suonatore di biwa, anche lui colpito da maledizioni. Iniziano ad esibirsi insieme e diventano le pop star di una nuova era. Incantando il pubblico assumono una forma di bellezza disarmante. Ma perché i due sono nati con connotati così singolari? Il film narra la storia della loro amicizia. Con un percorso di danza e canzoni finiranno per raggiungere la verità e cancellare la maledizione che li ha investiti.

Il film è distribuito nelle sale italiane da Hikari e Double Line.