Si va concludendo la stagione congressuale pugliese di Forza Italia, che si chiude con il rinnovo dei coordinamenti provinciali di Lecce e della BAT. Per quest’ultima, ieri pomeriggio si è svolto il congresso a Barletta presso “il Brigantino” per eleggere i nuovi rappresentanti provinciali; 598 gli scritti del territorio, a presiedere i lavori di ieri era l’on. Patriarca, con la partecipazione del senatore barlettano Dario Damiani, nonché vice Commissario regionale Vicario. Al tavolo di presidenza vi erano anche il capogruppo nel Consiglio comunale cittadino per il partito di centrodestra, Antonio Comitangelo, e il presidente del Consiglio comunale barlettano, nonché coordinatore provinciale del partito di Silvio Berlusconi, Marcello Lanotte. Il Commissario regionale di FI Mauro D’Attis ha scandito: «Oggi c’è stata una straordinaria partecipazione che ha contribuito a fare del nostro Congresso un festival della democrazia. Grazie sempre al Segretario nazionale Antonio Tajani per avere dato voce ai nostri territori».

Un momento di partecipazione e confronto della comunità politica, che potrebbero segnare un rilancio per l’attività di questa forza, in vista soprattutto delle elezioni europee del prossimo giugno. Un Congresso unitario nelle sue elezioni interne, che hanno riconfermato lo stesso Marcello Lanotte come coordinatore provinciale degli Azzurri. Eletti 8 delegati al Congresso nazionale, di cui 3  barlettani e 18 componenti del Coordinamento provinciale (4 barlettani).

«Gli unici che al momento – così Lanotte ai nostri microfoni – hanno la capacità di rappresentare la cultura liberale e popolare oltre che le radici cristiane, rivendichiamo questo ruolo, lo rivendichiamo ad ogni livello nazionale , provinciale e anche cittadino . Non ci riteniamo subalterni a nessuno perché crediamo di avere idee e forza politica alla pari di quella degli altri, vogliamo continuare a guardare il futuro con ottimismo ancorati ai valori del Partito Popolare Europeo e aspettiamo tutti quanti insieme di costruire sempre di più una Forza Italia più ampia, più larga e capace di dialogare con le realtà civiche. Questo è quello che noi vogliamo fare e che stiamo provando a fare e siamo riusciti a fare a Barletta, siamo riusciti ad essere il primo partito della coalizione, siamo ancora oggi il primo partito di maggioranza relativa per numero di consiglieri comunali presenti nel Consiglio Comunale, lo abbiamo fatto alla Provincia di Barletta-Andria-Trani, lo continueremo a fare a Trani alle prossime amministrative e così come ad Andria. Proviamo a farlo in questo territorio che mi ha visto candidato alla Camera dei Deputati e abbiamo ancora in animo di ricevere responso da questo benedetto ricorso dove Forza Italia ha conseguito nella provincia BAT oltre il 17%, a riprova del fatto che c’è credibilità dei suoi rappresentanti ed è un messaggio politico che viene recepito dai cittadini».