Home Ambiente Uniti x l’Ambiente al Consiglio comunale: «NO al rinnovo dell’AIA alla Buzzi-Unicem...

Uniti x l’Ambiente al Consiglio comunale: «NO al rinnovo dell’AIA alla Buzzi-Unicem e Daisy»

«Canito operi scelte unicamente per il bene comune»

“Il comitato di associazioni e movimenti “Uniti x l’Ambiente” da anni mette in campo proposte politiche – questa è la nota di Uniti x l’Ambiente a firma di Alessandro Zagaria, Luigi Cappabianca, Sandra Parente e Gaia Merra – per risolvere le numerose emergenze ambientali. In questa circostanza è riuscito a raccogliere le firme necessarie per la convocazione di un consiglio comunale monotematico per discutere di temi cruciali per il futuro di Barletta. Prendiamo atto della possibilità di aprire un confronto con la cittadinanza sulle emergenze ambientali, consapevoli che il Consiglio Comunale di mercoledì 7 febbraio sia l’occasione per l’Amministrazione guidata da Cannito di operare delle scelte che devono andare unicamente nella direzione del bene comune e non degli interessi di parte. Ricordiamo che il primo cittadino, nei giorni scorsi, ha rilasciato affermazioni pubbliche importanti ed è per questo che chiediamo a tutti i consiglieri, di maggioranza e opposizione, un voto responsabile non solo formale ma sostanziale.

La città di Barletta chiede a gran voce un NO convinto, da parte del Consiglio Comunale, sia al rinnovo dell’AIA alla Buzzi Unicem che all’ampliamento della discarica Daisy in località San Procopio. Vogliamo che l’Amministrazione comunale di Barletta intraprenda una battaglia nei confronti della Provincia BAT e della Regione Puglia affinché questi enti non rilascino pareri favorevoli per le autorizzazioni Buzzi-Unicem e Daisy e, se necessario, chiediamo che il Comune sia pronto ad avviare un’azione legale coinvolgendo e mobilitando la popolazione.

Il consiglio comunale di mercoledì è soltanto un primo appuntamento per far sentire la nostra voce. Nelle prossime settimane infatti metteremo in campo altre iniziative proprio su questi temi, fondamentali per costruire finalmente una città libera dalle emergenze ambientali. Invitiamo quindi tutta la cittadinanza ad assistere alla seduta consiliare del 7 febbraio convocata, lo ricordiamo, per le ore 16″.

Exit mobile version