Un invito a vivere Barletta nella sua zona pedonale, o meglio nella sua Zona Traffico Limitato che parte dal prossimo lunedì 19 febbraio.

Si conclude infatti il periodo di sperimentazione, che vedrà il funzionamento, con le relative sanzioni, dei varchi posti a limite della ZTL. Il sindaco Mino Cannito lo ricorda sui social, ricordandoci quali sono i principali benefici per i cittadini: con più ZTL sul modello dei grandi Comuni d’Italia. I pedoni potranno godersi “più Centro Storico” e dunque apprezzare la bellezza della città; sicuramente ci sarà “meno traffico” e “più aria pulita”, godendosi “più passeggio e spazi liberi per tutti”. Inoltre, il minor traffico veicolare provocherà “meno incidenti e più relax”.

Tra i principali benefici scanditi dal Sindaco si legge “un centro commerciale all’aperto, più economia più turismo” intervenendo, dunque, su uno dei principali temi di discussione che emergono quando si è avanzata la proposta di allargare la zona pedonale.

I varchi elettronici posti al limite della ZTL avranno la funzione di verificare gli accessi autorizzati e non. Saranno attive le telecamere per l’invio delle sanzioni dei transiti non autorizzati e sarà applicata la sanzione amministrativa prevista dall’art. 7 comma 9 e 14 del Codice della Strada. Orari previsti per il funzionamento della ZTL sono: da lunedì a venerdì dalle ore 21 alle 2, sabato dalle ore 14 alle 24, la domenica e festivi 0/24. In questi mesi sono state raccolte le richieste dei pass per i residenti e/o dimoranti.

Importante la ZTL, come anche parlare un ampliamento di una zona pedonale fissa ma come si legge in molti commenti al post di Cannito è necessario correlare questa anche alla creazione di idonei parcheggi, appunto come nelle grandi città. Molto atteso perciò il PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile).