SONY DSC

Tempo di consiglio comunale alle 16: a poche ore da un incontro che si preannuncia “caldo”, intervengono sul tema Savio Chiariello, Giacomo DiTrizio e il gruppo attivisti 5 stelle Barletta.
“Per la prima volta nella città di Barletta, il Consiglio Comunale è chiamato a discutere ed approvare due proposte di delibera di iniziativa popolare su tematiche afferenti l’ambiente e la salute dei cittadini. Le proposte, redatte dal Forum Salute e Ambiente, sono state sottoscritte da circa 1.200 barlettani in appena due mesi di campagna informativa. Come attivisti 5 stelle abbiamo assiduamente collaborato nel Forum Salute e ambiente, dando un contributo sia nella revisione dei testi che durante tutto l’arco della raccolta firme, che ha coinvolto centinaia di cittadini.
Tematiche rese urgenti dagli ultimi sviluppi in materia ambientale: “I recenti accadimenti in tema ambientale, hanno allertato, sensibilizzato e mobilitato larghi strati di popolazione e attraverso l’approvazione di queste proposte, si chiede alla classe politica un atto di responsabilità e chiarezza. Nella prima delibera si propone di andare oltre l’indirizzo generico approvato nelle linee di mandato: si chiede un impegno preciso all’amministrazione, con fasi cadenzate che mirano all’effettiva applicazione della Strategia Rifiuti Zero. Ad esempio, entro il prossimo biennio, andrebbe attuata la tariffazione puntuale, in modo da far pagare meno ai cittadini che differenziano meglio i propri rifiuti e andrebbe realizzato un centro comunale per la riparazione e riuso dei beni durevoli.
Sul monitoraggio ambientale, “si ritiene debba essere prestata particolare attenzione agli effetti sulla salute che provoca l’inquinamento dovuto alle emissioni della Timac e della cementeria, aziende insalubri situate a poche centinaia di metri dal centro abitato. A tal proposito chiediamo di recepire tutti i punti chiaramente indicati nel testo della proposta, che non sono previsti nel protocollo d’intesa sottoscritto mesi fa dal Comune, Provincia Regione, Arpa, Asl e Cnr. Ai cittadini infine, che hanno a cuore la tutela dell’ambiente e della salute, chiediamo di partecipare in massa al Consiglio comunale (ore 16:00), e far sentire con la propria presenza, il peso delle scelte dell’attuale classe politica”.