Proficuo incontro tra l’amministrazione comunale e una rappresentanza della associazione di cittadini, “ Barletta 360°”, che aveva raccolto e protocollato 500 firme su una petizione. Il cimitero è il luogo di culto della memoria a cui dedicare la massima attenzione, per mantenerlo nel decoro dovuto al rispetto dei defunti e ai sentimenti dei loro parenti che questo luogo frequentano quotidianamente. A Barletta non è stato sempre così, determinando la situazione di inefficiente manutenzione, scarsa pulizia e degrado richiamata nella presa di posizione pubblica.

Lo scorso 23 marzo, ha avuto luogo un primo incontro tra gli assessori Marina Dimatteo alle manutenzioni e Antonio Divincenzo all’ambiente, coadiuvati dal dirigente competente arch. Donato Lamacchia e Raffaele Montenegro funzionario ai servizi cimiteriali con i rappresentanti “Barletta 360°”, sono, quindi, intervenuti chiarimenti circa le varie problematiche presenti nel Cimitero. L’assessore alle manutenzioni, Marina Dimatteo ha esposto quanto realizzato nell’ultimo anno e quanto programmato nell’immediato futuro: “Sono in corso di svolgimento i lavori per 1160 loculi, la cui conclusione è prevista per il prossimo luglio.

L’intervento farà fronte a tutte le richieste attualmente evase con sempre crescente difficoltà” ha detto l’assessore Dimatteo, aggiungendo che “sono stati conclusi i lavori di manutenzione di adeguamento dell’impianto elettrico per le lampade votive e dell’impianto di messa a terra per garantire la sicurezza dei fruitori”. In particolare, l’assessore alle manutenzioni ha tenuto a sottolineare che “sono state istallate 40 telecamere per inibire atti vandalici le quali sono collegate a circuito chiuso con gli organi di scurezza e sono stati programmati altri lavori di manutenzione straordinaria, in fase di appalto per importo di 98.000 euro che comprendono, fondamentalmente, il rifacimento delle guaine e delle coperture loculi per evitare che le infiltrazioni ed eventuale distacco delle lastre in marmo.

Altri lavori straordinari, per 400. 000 euro come da piano triennale, prevedono la manutenzione di impianti fognari, aree di percorrenza e pertinenze delle parti comunali del cimitero monumentale. “Le azioni intraprese rispondono alle necessità espresse dalla cittadinanza con la finalità di tutelare e attenzionare un luogo di culto simbolo della memoria dei nostri cari”. Quanto alla richiesta di sottoporre a vincolo l’area storica del cimitero, in modo che anche i beni concessi ai privati possano essere tutelati, il dirigente ha espresso la possibilità di assoggettare l’intera area monumentale al procedimento di vincolo secondo quanto disposto dalla legge 42 dei Beni Culturali.
L’assessore Divincenzo, per quanto di sua competenza, ha chiarito i termini del contratto con l’A.T.I. formata da Franeco e Berlor finalizzato alla gestione dei servizi cimiteriali e degli impianti e lampade votive, all’interno del comprensorio cimiteriale. L’associazione “Barletta 360°”, a nome dei 500 firmatari ha preso atto di quanto fatto dall’Amministrazione comunale e delle notizie sui futuri interventi.