5 milioni dalla Regione per 12 progetti dell’Autorità urbana

Tra quelli presentati c’è anche il rifacimento dello stadio Simeone

Sono 12 i progetti che l’Amministrazione comunale ha candidato a finanziamento da parte della Regione Puglia, per l’Autorità Urbana; questi interventi pubblici, presentanti con delibera di Giunta comunale del 31 gennaio scorso, sono stati ammessi a finanziamento per un totale di 5 milioni di euro, nell’ambito del Por Puglia che attinge al Fondo europeo per lo Sviluppo regionale, i fondi Fesr 2014 – 2020 nelle azioni del Sisus. Si tratta di progettazioni volte allo «sviluppo sostenibile urbano della città», come ha tenuto a precisare oggi pomeriggio il Primo cittadino Cosimo Cannito, durante una conferenza stampa di presentazione di tali percorsi progettuali in sala Giunta di Palazzo di Città alla presenza di giornalisti e portatori d’interesse del settore. Si tratta di dieci progetti infrastrutturali e di due di valore sociale: quattro riguarderanno l’efficientamento energetico delle scuole Fraggianni, Fieramosca, Renato Moro, Dimiccoli, per 127.500 euro per ciascuna scuola; previsto l’abbattimento di barriere architettoniche, in due differenti progetti riguardanti i tre corsi storici cittadini e il sottopasso di via Imbriani, con un sistema di rampe; interventi riguardanti il rischio idrogeologico in viale Marconi, via Madonna della Croce, via Barberini e via Facanzano; la raccolta delle acque reflue con il completamento del collettore D per l’irrigazione dei Giardini del Castello e la realizzazione di vasche di accumulo e un sistema di distribuzione dell’acqua, poi la piantumazione di alberi ad alto fusto e la realizzazione di un’area verde di oltre 400 metri quadri in zona ex Distilleria; il secondo stralcio del recupero della cortina muraria di via Mura del Carmine per recuperare l’unitarietà paesaggistica con il fronte mare. 62204063_2306465456346333_5381344952439537664_n

In questo finanziamento, è incluso, per quasi 3 milioni di euro, il rifacimento degli spogliatoi e del manto erboso dello Stadio Simeone e il completamento manutentivo del Paladisfida, assegnando allo sport una valenza d’inclusione sociale e lotta alla legalità.

«Per questi progetti – ha concluso Cannito – dobbiamo ringraziare anche il lavoro della scorsa Amministrazione; abbiamo deciso di candidare opere non faraoniche, ma in seguito si dovrà discutere in Consiglio comunale se affidare la gestione di questi luoghi a privati o farli restare comunali. Personalmente protendo per la prima scelta, come del resto l’intenzione del bando regionale, per rendere più efficaci questi investimenti. Ora aspettiamo l’ultima parola da Bari, poi saranno avviate le gare per l’affidamento dei lavori». I progetti sono stati presentati dal Presidente della V Commissione consiliare Pianificazione e Progettazione del territorio, il consigliere comunale Vincenzo Laforgia, alla presenza dell’assessore ai Lavori Pubblici, Gennaro Calabrese, alle Manutenzioni urbane, Lucia Ricatti, e all’Edilizia, Rosa Tupputi.