L’appuntamento è fissato per il 29 dicembre 2019 alle ore 18,30 presso il Teatro Curci di Barletta.  Di scena l’incanto e l’atmosfera gioiosa del Tradizionale Concerto di Capodanno che, come ogni anno, viene riproposto dall’Associazione Cultura e Musica “G. Curci” , nello splendido scenario del Teatro Curci e che come ogni anno, ha fatto registrare il tutto esaurito..
Momento attesissimo che inaugura la prestigiosa  35.ma Stagione Concertistica Internazionale, organizzata dall’Associazione Cultura e Musica “G. Curci”, che rientra tra gli eventi della Rete RESONANCE – Avviso Triennale di Spettacolo dal Vivo della Regione Puglia ed è organizzata, come sempre,  dall’Associazione Cultura e Musica – G. Curci, in collaborazione con il Comune di Barletta il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la Fondazione Puglia, il Concerto di Capodanno, ogni anno,  rinnova il fascino della tradizione viennese, con il suo messaggio beneaugurante, rivive con nuove e sempre diverse emozioni nello splendido scenario del Teatro Comunale Curci, riportandoci magicamente nell’atmosfera della “Felix Austria”.Il grande successo dell’iniziativa è ogni anno testimoniato dal “tutto esaurito” del Teatro; e così anche quest’anno, come è ormai tradizione cittadina,  in un teatro incredibilmente stracolmo di pubblico, avrà inizio il tradizionale, eppure sempre diverso, concerto di capodanno, un evento atteso da tutti con intensa trepidazione e che unisce varie generazioni in un messaggio augurale di pace e condivisione. Divenuta una consuetudine ormai rinsaldatasi anche al di fuori della capitale austriaca, tale incontro raduna tutti coloro che amano accogliere l’arrivo del nuovo anno in modo tradizionale e a ritmo di melodie famose e amate.

Sul palco l’Orchestra Filarmonica Statale Ucraina di Zaporozhye, diretta dall’eclettico  Josyph Sozanskyy.

La storia dell’orchestra Filarmonica Statale Ucraina di Zaporozhye è collegata a nomi di fama internazionale che hanno fatto la storia della musica sinfonica russa e europea . Nata nel  1957 era formata da giovani musicisti  diplomati presso i Conservatori di Mosca, Kiev, Odessa e Lvov. Primo direttore della compagine orchestrale, fu Yury Lutsiv, vincitore del Concorso. L’orchestra è stata poi diretta da musicisti di alto spessore musicale e di differente scuole stilistiche, come Avet Apkaryan, Felix Komlev e Sergey Dudkin. Nel 1987 un giovane e talentuoso musicista Vyacheslav Redya divenne il direttore principale dell’orchestra che segnò in maniera importante la storia di questa orchestra.  Il suo repertorio è sconfinato : da  W.A.Mozart, J.Haydn, L.Beethoven, J.Brahms, A.Bruckner, P.I.Tchaikovsky, G.Mahler, a splendide esecuzioni  di compositori moderni come S. Prokofiev, D. Shostakovich, Ya. Akutagava, A. Piazzola, A. Eshpai, G. Sviridov. Stretta poi la relazione  con i compositori ucraini, come L.Kolodub, E.Stankovich, I.Karabits, V.Runchak, V.Zubitsky, A.Kostin, N.Skorik, N.Boeva. L’artista nazionale ucraino L.Kolodub ha dedicato varie composizioni all’Orchestra Sinfonica. Direttori come Natan Rahlin, Konstantine Simeonov, Leo Ginzburg, Vadim Gnedash, Stephan Turchak, Vladimir Kozhuhar, Vyacheslav Ovchinnikov si sono esibiti con l’orchestra in tutte  le città dell’ Ucraina, nelle Repubbliche baltiche, in Asia centrale, nella ex  Jugoslavia, Svizzera, Francia, Austria, Ungheria e in tante altre parti del mondo sempre con unanimi consensi di pubblico e di critica.  Numerose sono state le sue affermazioni in Festival Internazionali come “Kyiv-Music-Fest”, “Baroque and Avant-garde” “Bemus” (Jugoslavia), con tantissimi Premi e  incisioni di LP e CD,. Attualmente il Direttore Artistico e Direttore  della  Zaporozhye Symphony Orchestra è il maestro Vyacheslav Redya, noto artista ucraino e degno rappresentante dell’arte musicale nazionale all’estero. L’espressione di Igor Stravinsky: “Se l’orchestra è tecnicamente perfetta, la vera musica fluirà dal palco …” è stata attuata  dai musicisti e dal loro direttore artistico come credo creativo.

A dirigere sarà poi l’impeccabile bacchetta del maestro Josyph Sozanskyy, direttore artistico e direttore d’orchestra della Filarmonica di Chernovsty, con la quale  ha anche realizzato delle  produzioni  operistiche come il  “Don Carlos”, “La Traviata” e “Le nozze di Figaro”.

Dal 1993 al 1996 ha lavorato come  direttore d’orchestra  con Orchestre di prestigio internazionale esibendosi in teatri di tutto il mondo: Polonia, Cina, Belgio, Austria, Germania, Italia, America del Nord.

Dal 1996 fino ad oggi è Direttore Principale ospite della Filarmonica di Chisinau e dal 2000 al 2010 è stato  Direttore Principale dell’Orchestra Sinfonica di Chernovsty.

Con l’Orchestra Sinfonica ha realizzato numerose registrazioni di opere  contemporanee e classiche.

E’ stato premiato con importanti riconoscimenti dall’Unione dei Compositori Russi come uno dei migliori direttori dell’Ex unione Sovietica .  Vincitore del “Golden Muse 2003” ha  al suo attivo numerose registrazioni per importanti case discografiche.

Il suo repertorio comprende oltre 500 brani di vari stili e periodi. Ha diretto  solisti illustri come D. Bashkirov, M. Bieshu, M. Petukhov, G. Badev, M. Minchev, e molti altri.

 

E così, anche quest’anno potremo godere di un repertorio ricco e articolato, dal Kaiser Valzer all’Ouverture del “Barbiere di Siviglia”, dalla “Carmen” Suite al Tritsch – tratsch Polka, dalla Danza delle Ore al Pipistrello, dalle Danze Ungheresi di Brahms all’Orfeo all’inferno di Offenbach.

Una celebrazione memorabile per salutare nel migliore dei modi l’arrivo del Nuovo Anno, rinnovando uno degli appuntamenti più amati ed attesi dal grande pubblico

Per informazioni 0883 332456  Botteghino del Teatro Curci  – Corso V. Emanuele, 71 – Barletta                 ( 10 -13    17.30 – 20.30) Associazione Cultura e Musica “G. Curci”  tel. 380 3454431                   [email protected] ; www.culturaemusica.it;   www.facebook.com/asscurci; @asscurci