Osservatorio_Donne (2)
Tina Arbues e Laura Pasquino dell’Osservatorio “Giulia e Rossella”

Una domanda sbagliata, “Com’eri vestita?”, che sottende l’ignorante retaggio culturale ancora permanente nel comune sentire, e purtroppo a volte anche negli impianti istituzionali che devono affrontare i casi di violenza contro le donne.

Un’ulteriore occasione per sensibilizzare al rispetto della donna, oltre che degli esseri umani in generale, viene offerta dalla mostra “Com’eri vestita?” in programma il 19-20 e 21 febbraio nel Castello di Barletta, promossa dall’Osservatorio “Giulia e Rossella” – Onlus, che gestisce da oltre vent’anni il centro antiviolenza di Barletta, evento patrocinato dal Comune di Barletta-assessorato Pari Opportunità e dalla Regione Puglia. La mostra, presentata in conferenza stampa questa mattina presso la Sala Giunta di Palazzo di Città, sarà inaugurata domani, 18 febbraio, alle 17.00. Toccante esposizione–installazione realizzata con abiti ispirati dalle tante storie di violenza subite dalle donne, che troppo spesso vengono anche colpevolizzate attraverso quell’inutile domanda. Stamattina, l’evento è stato annunciato dalla responsabile del centro antiviolenza, Tina Arbues, alla presenza del sindaco Cosimo Cannito, dall’assessore alle Pari Opportunità Rosa Tupputi e da quello ai Servizi Sociali Marianna Salvemini. Un evento itinerante che è partito dall’esperienza americana di qualche anno fa avviata in Kansas.