L’esperienza della prima stagione da matricola in Eccellenza è fresca. E ha insegnato che l’equillbrio è fondamentale, nel rendimento e negli investimenti. Sarà questa la parola chiave dell’Audace Barletta 2020/2021: lo ammette il direttore sportivo Nico Giallusi ai microfoni di Telesveva. Il punto di ripartenza sarà la scorsa annata, conclusa al momento del lockdown con una tranquilla salvezza, frutto dell’avvio a marce alte e di un inverno complicato.

Il punto di ripartenza sarà Beppe Iannone in panchina, mentre l’organico sarà rivoluzionato e vedrà poche conferme. Affari definiti sono quelli riguardanti i portieri Cilli e Savut, ma tante sono le trattative in corso negli altri reparti.

Prima i senior, poi l’allargamento del parco under, fondamentale per chi deve cercare le risorse del futuro in casa. Le idee non mancano, ammette Gialluisi.

Sacrificio, oculatezza ma anche la possibilità di vedere una spesa extrabudget di qui a fine trattative. Le porte in tal senso non sono chiuse in casa Audace Barletta.