La Giunta regionale ha approvato, ricorrendone le condizioni previste, lo schema di Accordo ai sensi dell’art. 15 della Legge n. 241/1990 e s.m.i. tra Regione Puglia e Amministrazione provinciale Barletta-Andria-Trani – finalizzato ad assicurare la realizzazione di interventi per fronteggiare la grave situazione di emergenza e di allarme sociale connessa allo stato di degrado del complesso scolastico Polivalente “Cassandro-Nervi-Fermi” di Barletta e di porre in essere misure finalizzate a garantire il regolare svolgimento delle attività didattiche in prossimità dell’avvio del nuovo anno scolastico, adottando all’uopo le azioni più idonee.

Altre risorse pari a 2,4 milioni di euro sono in arrivo per la Puglia per interventi di adeguamento delle strutture scolastiche in vista della riapertura di settembre. Ad annunciarlo la deputata pugliese del Movimento 5 Stelle Francesca Anna Ruggiero. “É stato firmato – prosegue – il provvedimento con cui sono stati ripartiti gli ulteriori 30 milioni di euro destinati all’edilizia scolastica e previsti dal decreto Rilancio. Quest’ultimo stanziamento verrà distribuito tra tutte le Province e le Città metropolitane e poi tra i Comuni con un numero di studenti pari o superiore a 10.000. La ripartizione è avvenuta sulla base del numero di studenti presenti sul territorio”. “Nel dettaglio – specifica Ruggiero – in Puglia alla Città Metropolitana di Bari vanno 630mila euro, al comune di Bari 220mila euro, alla Provincia di Brindisi 120mila euro, alla Provincia di Barletta-ANDRIA-Trani 220mila euro, al Comune di ANDRIA 80mila euro, alla Provincia di Foggia 350mila euro, al Comune di Foggia 80mila euro, alla Provincia di Lecce 350mila euro, alla Provincia di Taranto 220mila euro, al Comune di Taranto 120mila euro”. “Queste risorse – conclude – sono solo le ultime del corposo intervento del Governo sulle scuole. Ora la palla passa agli Enti locali, che dovranno saper sfruttare nel migliore dei modi i fondi stanziati” conclude la deputata”.