Importanti novità in merito alla conclusione dei lavori nello stadio “Puttilli” a Barletta. Nella mattinata odierna, il senatore di Forza Italia Dario Damiani ha avuto un incontro con i vertici nazionali di Sport e Salute, a Roma, per fare il punto della situazione.

«Ho incontrato questa mattina il presidente di Sport e Salute, dott. Vito Cozzoli, e l’ing. Luigi Santandrea, direttore delle Infrastrutture di Sport e Salute, quindi responsabile di tutti gli interventi infrastrutturali nel settore sportivo, per avere chiarimenti circa la tempistica del fine lavori allo stadio Puttilli di Barletta – dichiara il parlamentare azzurro -. Come già noto, purtroppo la necessità del completamento in variante dei lavori ha richiesto un percorso tecnico diverso e più complesso.

Tuttavia, grazie al lodevole lavoro degli uffici, è stato possibile pervenire a soluzioni e procedure accelerate: già in mattinata è stata inviata agli uffici competenti del Comune di Barletta la perizia di variante, che dovrà essere approvata con delibera di Giunta. Finalmente, infatti, si potrà procedere con un ordine di servizio alla ditta incaricata, che fisserà il termine per l’ultimazione dei lavori entro i canonici 75 giorni. Il presidente e l’ingegnere hanno assicurato che seguiranno giornalmente la vicenda, tramite quattro funzionari, affinché l’iter possa concludersi.

A margine della questione principale, un’altra buona notizia: la previsione di una consegna anticipata al Comune di Barletta, a partire dal 15 agosto prossimo, delle aree su cui i lavori sono già ultimati (manto erboso, spogliatoi, pista di atletica, tribune) in modo tale da consentire alle associazioni sportive di procedere con la programmazione degli allenamenti. Pertanto, verrà avviata l’esatta perimetrazione delle suddette aree che potranno tornare così accessibili e di libera fruizione.

Ulteriori aggiornamenti seguiranno a breve, ma per il momento ritengo sia già un’ottima notizia per la città e il territorio aver fissato date certe per la ripresa delle attività sportive, grazie all’impegno dei vertici nazionali con i quali resto in costante contatto sulla vicenda», conclude il senatore Damiani.