«La rete logistica muta a seconda degli sviluppi dei teatri di guerra, ed ecco aperto un nuovo corridoio umanitario, del quale abbiamo testato la serietà, in grado di farci riprendere la raccolta di generi alimentari, medicinali e beni di prima necessità per la profughe e profughi ucraini, svuotando prima i nostri magazzini» scrive Cosimo D. Matteucci.

«Questo nuovo canale umanitario fa capo alla Europlus Bari e domani consegneremo loro un grosso carico per il quale facciamo un appello a tutte e tutti voi: servono persone che mettano a disposizione i propri automezzi e se stess* per comporre una carovana umanitaria che come abbiamo fatto fino ad oggi, trasporti gli aiuti umanitari a Bari, al centro di stoccaggio di Via Carulli 67/a, dal quale poi ripartiranno con dei tir per l’Ucraina.

Per chi volesse l’appuntamento martedì 28 marzo alle ore 16 in Via Teatini n. 15 per caricare gli automezzi e poi partire previa segnalazione della propria disponibilità al nostro centralino, telefonando ai numeri che seguono; Al centralino è necessario rivolgersi
per ogni ulteriore informazione:
– 3387377937
– 3288459791
– 3476569576
– 3498239695
Fate presto, facciamo presto.
Nessuno resti indietro»