Un’ufficialità, a cui potrebbero farne seguito altre nelle prossime ore. Il mercato del Barletta, che formalmente si aprirà il prossimo 1 dicembre, partirà con diversi movimenti in uscita per sfoltire una rosa da oltre trenta giocatori.

Dopo l’interruzione del rapporto sportivo nelle scorse settimane con Morella, Cassatella e Milella, la società ha comunicato in mattinata la rescissione consensuale di Sante Russo. Per l’esterno offensivo cerignolano, schierato prevalentemente come punta in questa stagione, si chiude una parentesi significativa iniziata nel gennaio del 2021. Due campionati di Eccellenza e due di Serie D per Russo che è stato elemento determinante per la rinascita del Barletta e per la promozione del 2022(impreziosita dall’eurogol con il San Marzano e dalla rete in finale con il Martina per il definitivo 4-2). All’uscita di Russo che sembra sempre più vicino all’Andria, si aggiungono quelle di Sfrecola(rescissione ndr) e di Venanzio, che farà ritorno al Bari. Potrebbero non rientrare nei piani della dirigenza anche Lacassia, Lobosco, Bramati e Marsili, i cui profili sono oggetto di valutazione.

Stando a quanto filtra dalla società, la priorità sarà quella di ridurre numericamente la rosa e, al tempo stesso, cercare di sostituire ogni giocatore partente con innesti per reparto. I prossimi giorni potrebbero riservare in tal senso delle novità, ma prima la conferenza stampa fissata per il 30 novembre in cui la dirigenza dovrà fare chiarezza sul delicato momento della stagione del Barletta.

A cura di Giacomo Colaprice

Foto di Sergio Porcelli-ASD Barletta 1922