Ormai gli stracci volano nel centrodestra barlettano, attraverso tanti comunicati pungenti sia in difesa dell’amministrazione Cannito, come l’ultimo a firma del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia, sia contro con quelli del gruppo consiliare di Forza Italia, che ricordiamo rappresentare il gruppo più numeroso nella massima assise di Barletta, ormai apertamente all’opposizione del Sindaco.

Poche ore fa, è andato in scena un ulteriore scambio di “effervescenti” post sui social network tra il primo cittadino e il Presidente del consiglio comunale Marcello Lanotte (esponente di Forza Italia). Ha iniziato Cannito con la pubblicazione di alcune dichiarazioni degli anni passati dello stesso Lanotte, in cui attribuiva responsabilità di un prossimo aumento della TARI alla Regione Puglia a guida PD: “prima era colpa della Regione e del PD, ora è di Cannito. Gli mancano le POLTRONE?”.

Non si è fatta molto attendere la replica di Lanotte, sempre attraverso i social, in cui si rivolge direttamente al Sindaco definendolo “nervoso e confuso”, di fatto invitandolo ad un confronto giornalistico, insistendo sulla questione dell’aumento della TARI: “Caro Sindaco Mino Cannito – questo è il testo completo dell’intervento di Marcello Lanotte – mi dispiace percepirti nervoso e confuso. Per questo t’’invito, se lo vorrai, ad un confronto pubblico. Scegli Tu la televisione ed il giornalista.

In questo modo, lasceremo decidere ai barlettani, innanzitutto chi racconta menzogne e poi potrò spiegarti, come mi hai sempre chiesto per tante questioni di cui capivi ben poco, perché è aumentata la TARI. Devo farlo, sai perché? Perché ciò che Ti ha scritto quella “capra” pensando di denigrarmi, non c’entra proprio nulla con l’aumento della TARI che Tu hai proposto e con il fatto che Tu stai sperperando i soldi delle tasse dei barlettani”.

Vedremo come proseguirà quest’altra “zuffa politica”.