Novoli e la sua terra battuta si confermano campo stregato per il Barletta. I biancorossi cadono per 2-1 in un pomeriggio condizionato dagli infortuni di Ola, Mignogna e Digiorgio e dagli errori. Al vantaggio di Di Rito in avvio di ripresa risponde la doppietta di Pignataro negli ultimi 15 minuti. 2-1 finale e biancorossi fermi a quota 12 punti dopo 8 turni di campionato.

La cronaca-Prima fase di studio. Prova a rompere gli equilibri Pellecchia: destro a incrociare che termina a lato. Al 9′ la replica del Novoli: Pignataro irrompe su sponda di Podo, calcia con il destro e Rossetti vola a chiudere in corner. La maggiore attitudine alla terra battuta giova ai padroni di casa nella prima frazione: Ola e Digiorgio fanno buona guardia su Giorgetti. Il Barletta va al tiro dalla distanza: Loiodice e Mignogna non trovano il bersaglio grosso. Al 29′ ottima chance per Cormio: si inserisce su assist di Mignogna, ma da ottima posizione calcia addosso al reattivo Liaci. Nel finale Novoli pericoloso con lo stacco di Indirli su corner di Pignataro: Rossetti smanacciandogli oltre la traversa. Il primo tempo si chiude a reti bianche.

La ripresa si apre con il forfait di Ola (stop muscolare): dentro Donvito, con Aprile che si sposta al centro della difesa. Al 48′ il nuovo entrato confeziona l’assist per il vantaggio: lancio lungo per Di Rito che brucia sul tempo i centrali di casa e batte Liaci con un preciso pallonetto. 0-1 e festa per i 50 tifosi biancorossi presenti al “Cezzi”. Il vantaggio apre spazi interessanti per Pellecchia e Di Rito: conclusioni bloccate da Liaci. Al 58′ Loiodice avvia una ripartenza a campo aperto e serve Mignogna che a centro area anticipa due compagni e calcia a lato. L’occasione mancata è l’ultima giocata della partita per Mignogna, rimpiazzato poi da Dentamaro. Il Novoli mette paura sui palloni alti: al 75′, approfittando dell’infortunio a Digiorgio (ko alla scapola), i padroni di casa pareggiano. Su sponda da rimessa laterale, Pignataro colpisce a centro area e batte Rossetti. 1-1.  Il Barletta prova a lanciarsi all’attacco, ma presta il fianco alle ripartenze dei salentini. Al 90′ Pignataro si infila su tocco di Giorgetti e calcia con il destro: il diagonale batte Rossetti per il 2-1. Lo stesso numero 10 del Novoli viene poi allontanato dal campo per doppia ammonizione. Nel maxi-recupero finale (9 minuti) il Barletta va al tiro solo con Zingrillo. Mancino a lato. È la parola fine sul match: Novoli-Barletta 2-1.

IL TABELLINO DI NOVOLI-BARLETTA 2-1:

NOVOLI (3-4-3): Liaci; Elia (15′ st Potì), Indirli, Schiavone; Vergari, Di Silvestro, Giannuzzi (20′ st Cappellini), De Vincentis; Podo, Pignataro, Giorgetti (48′ st Quarta). A disposizione: Bibba, Cananá, Moriero, Palazzo. All: Schipa.

BARLETTA (4-3-3): Rossetti; Aprile, Ola (1′ st Donvito), Digiorgio (32′ st Varola), Lisi; Cormio, Zingrillo, Mignogna (18′ st Dentamaro); Pellecchia, Di Rito, Loiodice. A disposizione: Diouf, Sguera, Grumo, Pizzutelli. All: Bitetto.

RETI: 3′ st Di Rito (B), 31′ st e 45′ st Pignataro (N)

ARBITRO: Di Reda della sezione di Molfetta (Tomasi-Talucci)

NOTE. Ammoniti: Lisi (B), Schiavone (N), Cormio (B). Espulsi: al 34′ st Sguera (B) dalla panchina, al 46′ st Pignataro (N) e al 51′ st l’allenatore del Novoli Schipa. Angoli: 6-2. Recupero: 2′-9′.

IL COMMENTO DI MISTER FRANCESCO BITETTO:

“E’ stata una partita strana, difficile trovare le parole per commentarla: è stata condizionata anche dagli infortuni e abbiamo chiuso con cinque Under in campo. Paghiamo delle ingenuità, ma non mi va di condannare nessuno. Pochi commenti, dobbiamo solo abbassare la testa e lavorare”. La ricetta di mister Francesco Bitetto dopo l’1-2 incassato nel finale dal Barletta a Novoli, coinciso con il secondo stop stagionale dei biancorossi nel campionato di Eccellenza dopo la sconfitta di misura subita a Casarano nel turno di esordio.

Il Barletta era passato in vantaggio con Di Rito, sfiorando il 2-0 in un contropiede clamoroso (3 contro 1) con  Mignogna, azione nella quale l’ex Taranto ha riportato anche un infortunio, per  una partita caratterizzata da tre sostituzioni obbligate: “In effetti è stata una domenica stregata per la nostra infermeria-spiega Bitetto- Mignogna avrebbe potuto chiudere la partita e si è fatto male al flessore, poi abbiamo perso Digiorgio per un problema alla spalla e ancor prima Ola per un problema al ginocchio”. Capitolo-infermeria: per il capitano biancorosso, trasportato in ambulanza al “Fazzi” di Lecce, si è trattato di una lussazione alla clavicola destra: prognosi di circa 20 giorni per lui. Le condizioni di Ola e Mignogna saranno invece valutate nella giornata di domani.

Domenica al Manzi-Chiapulin arriverà Molfetta, mentre giovedì 10 novembre sarà tempo di gara-1 della semifinale regionale di Coppa in casa dell’Unione Calcio Bisceglie: “Per fortuna si torna in campo, il bello del calcio è questo-le parole dell’allenatore del Barletta-speriamo di recuperare il maggior numero di calciatori possibile per domenica e cerchiamo di dar vita a un filotto di vittorie. Accantoniamo questa partita rocambolesca e voltiamo pagina”. A fine partita i tifosi arrivati a Novoli hanno spronato la squadra a fare meglio: “Hanno tutte le loro ragioni, sono sempre presenti: sta a noi dover fare meglio a partire dalla prossima partita”.