«Nell’immaginario collettivo è il luogo della spensieratezza, luogo dove dare libero sfogo all’allegria dei bambini e, perché no, di mamme e papà felici di vedere i loro piccoli divertirsi. Nell’immaginario collettivo, appunto, ma non a Barletta – comincia così la nota dei segretari cittadini rispettivamente di Forza Italia e dei giovani azzurri Giovanni Ceto e Tonio Di Cuonzo – Da mesi a Barletta, in Via Chieffi, i lavori al parco giochi sono cominciati ma, come la maggior parte delle cose in questa città, rimasti incompleti. Una nuova giostra montata (e che sta già diventando vecchia prima ancora di essere inaugurata), cumuli di terra alzata, blocchi di cemento lasciati qua e là e… Tanta immondizia. Ecco, il “Parco dell’infelicità” è servito alla cittadinanza. Bisogna assolutamente riprendere a lavorare e bisogna che con certezza ci venga detto quando il parco sarà riconsegnato alla città ed a quanti, ogni giorno, di quel parco ormai possono toccare solo il cancello chiuso. La situazione, inoltre è comune a tante strutture e parchi della città. Pensiamo al Parco dell’Umanità già sporco e poco curato, al Parchetto della Litoranea Pietro Mennea per nulla valorizzato e curato ma anche e soprattutto a quello di Via Rionero abbandonato a se stesso e in rovina ormai da tempo. Ecco, i bambini non vogliono ne possono più aspettare. La nostra inconcludente (mai termine fu più appropriato) Amministrazione si attivi immediatamente.” hanno concluso da Forza Italia.20170429_195511
Vicina e da oggi unita ed in collaborazione con Forza Italia anche per la causa in questione è il gruppo attivo Associazione Barletta 360° presideduto da Rocco Tarantino che, in merito, così si eprime: «Dopo molteplici segnalazioni dei cittadini rivolteci sullo stato di abbandono,  Barletta azione 360° si aggrega alla richiesta di immediati interventi relativi alla sicurezza dei luoghi e ad un celere completamento dei lavori. L’assessore ai lavori pubblici Marina Dimatteo, già da noi interpellato, ha garantito il completamento dei lavori nell’arco di un mese. Auspichiamo – ha concluso Tarantino – quindi alla reale buona riuscita nei tempi, già tardivi, della conclusione del servizio dedicato ai piccoli cittadini ed alle loro famiglie».20170429_195441