Per quanto resti una “partita” difficile, in quella dei lavori per la ristrutturazione dello stadio “Cosimo Puttilli” cominciano a registrarsi primi significativi risultati. In particolare, è giunto a compimento l’intervento di rifacimento da parte del CONI della pista su cui Pietro Mennea ha conseguito i suoi primi record mondiali. Nei giorni scorsi, infatti, la società CONI Servizi ha consegnato al Comune di Barletta l’impianto di atletica leggera che consentirà di restituire il “Puttilli” alla sua funzione originaria di stadio multidisciplinare.

Si stanno ora compiendo le verifiche tecniche dei lavori eseguiti nell’ambito del piano nazionale “Sport e Periferie”, finanziato dal governo per interventi mirati in strutture storiche ed emblematiche dello sport nazionale che, insieme alla pista, hanno riguardato anche il rifacimento del manto erboso, dell’impianto di irrigazione e del drenaggio del campo di calcio in erba naturale, tenendo conto delle omologazioni federali per le specifiche normative dei diversi sport da praticare nella stessa area sportiva.

Si raggiunge così un obiettivo di crescita degli impianti cittadini che raccoglie il largo interesse delle società sportive, anche se restano da integrare le diverse attività di cantiere con persistenti difficoltà, come quelle della conclusione dei lavori dei nuovi spalti, della demolizione delle vecchie tribune imposta a seguito delle criticità emerse dalle verifiche sulla loro staticità, e della realizzazione dei servizi e degli impianti necessari.

IMG_7605

La “partita”, dunque, continua, con la consapevolezza delle difficoltà della prova. Ma, grazie anche ai nuovi finanziamenti recentemente assegnati dal Cipe, sarà possibile perseguire il risultato della completa ristrutturazione e rifunzionalizzazione dello stadio. Così come a suo tempo Pietro Mennea puntò a che fosse costruito con la pista per le sue imprese di velocità, adesso la rigenerazione della pista di atletica potrà dare nuovo impulso al progetto d’insieme, ricercando per le persistenti problematiche progettuali anche ipotesi di agibilità parziali e graduali almeno per quelle attività sportive compatibili con la prosecuzione in sicurezza dei lavori necessari. 

In questo senso si stanno verificando le soluzioni praticabili, anche in considerazione dell’interesse manifestato dal presidente del CONI, Giovanni Malagò, e dal ministro per lo Sport Luca Lotti, in occasione della recente firma del protocollo con il sindaco Pasquale Cascella, a visitare l’impianto con la rinnovata “pista Mennea” avviando proprio da Barletta la prossima “Settimana europea dello sport”.