Una marcia silenziosa, per non dimenticare gli orrori del passato e lanciare un appello perché ciò che accadde in Europa più di settant’anni fa, non si ripeta mai più. A Barletta le celebrazioni dedicate alla giornata della memoria sono iniziate questa mattina con il corteo degli studenti organizzato dall’Archivio della Resistenza in collaborazione con le scuole della città e l’amministrazione comunale. Domani ricorre l’anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz da parte delle truppe sovietiche. Una data che simboleggia la fine dell’olocausto e delle persecuzioni nazifasciste che dagli anni ’30 sino alla conclusione della seconda guerra mondiale provocarono milioni di morti. Il corteo degli studenti partito da piazza Aldo Moro ha sfilato per le vie della città per terminare le sua marcia nella piazza d’armi del Castello, dove alla presenza delle autorità locali ha avuto luogo l’accensione della menorah, il candelabro a sette bracci simbolo universale della religione ebraica. Per gli studenti più giovani, un’occasione preziosa per riflettere sul passato e sulla storia dei loro nonni.

Il servizio di News24.City.