“Il mestiere del musicista, se lo conosci lo eviti”

“Il mestiere del musicista, se lo conosci lo eviti”

Appuntamento questa sera al Teatro Curci per la Stagione Concertistica dell’Associazione Curci

«Gruppo rock cerca batterista: no perditempo». Facile avere la battuta pronta quando si è musicisti, dopo una vita passata a leggere note tra una stanghetta e l’altra. Lo spazio di una battuta, per l’appunto, anche se musicale. Che diventa humor allo stato puro quando di mezzo c’è la Banda Osiris, Sandro Berti (mandolino, chitarra, violino, trombone) Gianluigi Carlone (voce, sax, flauto) Roberto Carlone (trombone, basso, tastiere) Giancarlo Macrì (percussioni, batteria, bassotuba). Appuntamento attesissimo, domenica 7 aprile, con porta alle ore 18,00 e inizio alle ore 18,30, presso il Teatro Curci di Barletta con lo spettacolo “Le Dolenti Note”. Il mestiere del Musicista, se lo conosci lo eviti, nuovo sforzo produttivo dell’Associazione Cultura e Musica “G. Curci di Barletta, alla 35.ma edizione, grazie alla importante e fondamentale sinergia con l’Amministrazione Comunale di Barletta, il MIBAC e la Regione Puglia nell’ambito della Rete RESONANCE – Avviso Triennale di Spettacolo dal Vivo della Regione Puglia e la Fondazione Puglia.

La Banda Osiris, nota al grande pubblico, si appresta a festeggiare i suoi 40 anni di attività concertistica e di successi televisivi raggiunti sul piccolo schermo soprattutto con la trasmissione Parla con me. Prendendo spunto dall’omonimo libro, la Banda Osiris trasforma le pagine di carta in un libro illustrato in 3D. Un viaggio musical-teatrale ai confini della realtà. Una girandola senza sosta di gag musicali. Un libro alla rovescia: un inno all’amore per la musica travestito da manuale per evitare i musicisti e il loro gramo mestiere. Un antidoto contro le false speranze del musicista fai-da-te.I quattro protagonisti si divertono con ironia a elargire provocatori consigli: dal perché è meglio evitare di diventare musicisti a come dissuadere i bambini ad avvicinarsi alla musica, da quali siano gli strumenti musicali da non suonare a come eliminare i musicisti più insopportabili. Racconti fulminanti e letali, elenchi di terribili difetti caratteriali dei musicisti , aforismi, aneddoti, annunci sui giornali, la posta della Banda, citazioni dotte, mescolate, frullate in abilità mimica e musicale. La summa della musica dopo circa 40 anni di carriera. Così, dopo essersi addentrati in modo irreverente nei meandri del complesso universo delle sette note, aver abbattuto i rigidi accademismi e le barriere dei generi musicali, intrecciando, tagliando e cucendo musica classica e leggera, jazz e rock, concentrano il loro furore dissacratore sul mestiere stesso di musicista. Attraverso musica composta e scomposta, musica da camera e da balcone, Beatles e Vasco Rossi, la Banda Osiris tratteggia il ritratto impietoso della figura del musicista: presuntuoso, permaloso, sfortunato, odiato, e, raramente, amato. E si divertono a elargire provocatori consigli: dal perché è meglio evitare di diventare musicisti a come dissuadere i bambini ad avvicinarsi alla musica, da quali siano gli strumenti musicali da non suonare a come eliminare i musicisti più insopportabili.

Tra le risate, si recepisce il vero messaggio in agrodolce: la musica può riempirti la vita, ma va coltivata con rigore, creatività e passione, e non dà assicurazioni contro la frustrazione. Un meccanismo perfetto, un risultato certo, una macchina da guerra della futura rivoluzione musicale.La Banda Osiris nasce a Vercelli nel 1980. Dopo aver prodotto numerosi spettacoli teatrali con la regia di Gabriele Salvatores, Maurizio Nichetti, Giorgio Gallione realizza vari libri “T’amo pi oboe” , “L’opera da tre sol” ed il più recente “Le dolenti note”. Gruppo multitask , fra un concerto e l’altro, realizza numerose colonne sonore per il cinema per i film di Silvio Soldini, Kim Rossi Stuart e Cristina Comencini. Con il film “L’imbalsamatore” si aggiudica il premio Flaiano e con “Primo Amore” sempre di Matteo Garrone è premiata con l’Orso d’argento al Festival del Cinema di Berlino e il David di Donatello. Per 5 anni è stata la stralunata colonna sonora di “Parla con me”, una trasmissione televisiva con Serena Dandini e Dario Vergassola su rai 3. Dal 2009 cura e realizza annualmente l’appuntamento di “Crescendo in Musica” in collaborazione con l’Orchestra Verdi dell’Auditorium di Milano, eseguendo concerti monotematici con i grandi autori della Musica Classica – Beethoven, Mozart, Vivaldi, Puccini, Prokof’ev…”Mozart secondo la Banda Osiris”, “Pierino, e il lupo?”, “Il ritorno Butterfly”, “Le 4 stagioni”, “Roll’over Beethoven” 

Nel 2014 è stata in tournèe con “Beatles submarine” uno spettacolo sui Beatles con Neri Marcorè regia di Giorgio Gallione con più di 100 repliche.
Nel 2014 ha composto ed eseguito dal vivo la colonna sonora per lo spettacolo “Le Vespe” di Aristofane al teatro greco di Siracusa per l’Istituto del Dramma Antico per i due mesi di programmazione. Sue sono le sigle delle trasmissioni radiofoniche “Caterpillar” e “Un giorno da Pecora”.

Nel 2015 inizia la loro lunghissima avventura con lo spettacolo “le Dolenti Note” tratto dall’omonimo libro che li porta ad esibirsi in tutt’Italia. La fusione tra musica, teatro e comicità è la loro cifra stilistica distintiva. La Banda Osiris diverte, fa ridere ed emoziona.

Info: 0883 332456 – 3803454431, info@culturaemusica.it ;www.culturaemusica.itwww.facebook.com/asscurci; @asscurci, biglietti online su VIVATICKET.