“Panchina rossa vandalizzata, gesto di un teppista da condannare»

“Panchina rossa vandalizzata, gesto di un teppista da condannare»

La nota della Senatrice Assuntela Messina

«Suscita rabbia e grande tristezza il gesto vile di  qualche teppista che ha vandalizzato la panchina  rossa installata I’8 marzo scorso all’ombra del  Castello Svevo di Barletta, simbolo del”No”alla  violenza contro le donne e dedicata alle vittime di femminicidio.  Quello spazio sarà presto ripristinato e continuerà a  rappresentare la ferma volontà di una società che si  schiera dalla parte di tutte quelle donne che  subiscono I’oppressione e la brutalità di uomini  lontani dai valori che devono appartenere al genere umano». A scrivere è la Senatrice Assuntela Messina (Commissione Diritti Umani-Commissione Ambiente).
«La violenza sulle donne – spiega – è una questione sempre più seria e il fatto che sia, purtroppo, ripetutamente attuale ci spinge ulteriormente alla riflessione collettiva. Anche per questa ragione, Io scorso autunno, con le colleghe Senatrici PD, unitamente ad altri gruppi parlamentari, abbiamo richiesto e ottenuto I’istituzione di una Commissione parlamentare sul femminicidio e sulla violenza di genere. Ad oggi la Commissione è allo studio di un Disegno di Legge quadro per dare ancora più forza alle donne vittime di violenza, attraverso la prevenzione dei reati e Io stanziamento di risorse anche finanziarie perla tutela reale delle vittime. Necessita una strategia ampia, di segno culturale, sociale, antropologico che metta in campo risposte concrete non viziate da ritardi né da interventi momentanei e demagogici».