Maggio dei libri: Autismo On The Road dona libri sulla diversità

Maggio dei libri: Autismo On The Road dona libri sulla diversità

Lo scopo dell’iniziativa è quello di creare una cultura di conoscenza sull’autismo

Maggio è il mese in cui si celebrano la cultura e la conoscenza attraverso i libri. Quest’anno, proprio in occasione di “Il Maggio dei libri”, la cooperativa sociale S.I.V.O.L.A. E.T.S. ha deciso di dare vita ad un’esclusiva iniziativa con lo speciale gruppo di Autismo On The Road.

A questo proposito gli stessi ragazzi di Autismo On The Road con disturbo dello spettro autisticoad alto funzionamento, donerannopersonalmente un librosul tema della diversità alle Piccole Librerie di Strada. I libri verranno infatti portati in alcune delle diverse attività della città di Barletta che dallo scorso anno hanno deciso di aderire all’iniziativa del Book Sharing.

Sono numerose infatti le attività commerciali della città della Disfida che hanno posto davanti al proprio ingresso una speciale cassettina contente libri. Tra questi d’ora in poi saranno presenti alcuni testi che raccontano di autismo, inclusione e diversità, selezionati dai ragazzi di Autismo On The Road accompagnati dai professionisti della cooperativa sociale S.I.V.O.L.A. E.T.S.. Lo scopo di questa iniziativa è di unire i due concetti della cultura e dell’inclusione, per farli viaggiare insieme attraverso il libro.

Dallo scorso anno l’unione di diversi soggetti, tra cui Grow Lab-Artigiani Digitali, Arci Cafiero, Bluwawe e Cappero, in collaborazione con altre realtà sociali e commerciali del territorio, ha dato vita al progetto intitolato “Piccole Librerie di Strada”, uno strumento per consentire a chiunque di possedere un libro, leggerlo, scambiarlo. Al momento a Barletta esistono già 20 “Piccole Librerie di Strada” e altre ne esistono nelle città limitrofe.

In sinergia con gli autori di questo grande progetto di scambio, senso civico e cultura, i professionisti che operano con ragazzi con disturbo dello spettro autistico e sindrome di Asperger, hanno deciso di offrire il proprio apporto, grazie ad un budget riservato alle attività di inclusione e sensibilizzazione. Il valore più prezioso dell’iniziativa è costituito dal fattore culturale sul tema che questo gesto intende incrementare e favorire. Lo scopo finale è quello di procedere verso una collaborazione duratura che possa portare frutti come quest’iniziativa per progettarne altre di grande rilievo sociale.