Sequestra merce contraffatta, vigilessa aggredita da un 36enne nel corso del mercato settimanale

Sequestra merce contraffatta, vigilessa aggredita da un 36enne nel corso del mercato settimanale

Si tratta di un pregiudicato senza fissa dimora: l’uomo è stato arrestato

Prima ha aggredito una vigilessa, poi ha minacciato alcuni operatori della Polizia Locale di Barletta, intervenuti per un sequestro di merce contraffatta nel corso del mercato settimanale. E’ accaduto nella tarda mattinata di sabato 15 giugno a Barletta, nei pressi di via Fortunato. Nel corso dei servizi predisposti dal Comando della Polizia Locale di Barletta, in occasione del consueto mercato settimanale, agenti della squadra Annonaria hanno sorpreso, come ormai diventata prassi ricorrente, individui non meglio identificati che stavano vendendo capi di abbigliamento con marchi contraffatti. E’ quindi subito intervenuta per effettuare il previsto sequestro penale della merce e procedere alla identificazione dei responsabili dell’illecita vendita, una vigilessa che si è rivolta ad uno dei venditori. Per tutta risposta è stata prima investita dal venditore da parole offensive e poi è stata malmenata, fino a procurarle lesioni con prognosi di 15 giorni. Stessa sorte è toccata a degli Agenti della Polizia Locale intervenuti in soccorso della vigilessa.

E’ stato necessario agli agenti della Polizia Locale di Barletta ammanettare il giovane per poter riuscire a ricondurre la situazione ad una più rispettosa normalità, atteso che nel frattempo si era radunata una folla di persone intorno al luogo dell’aggressione. Il venditore, successivamente identificato, è un senegalese 36enne senza fissa dimora, gravato da alcuni precedenti penali. Della vicenda è stata quindi data comunicazione al pubblico ministero di turno, Giuseppe Francesco Aiello, che ha quindi disposto l’arresto dell’uomo che è stato associato alla casa circondariale di Trani a disposizione dell’Autorità giudiziaria che procederà nei suoi confronti per i reati di minacce, resistenza, rifiuto generalità, oltraggio, vendita marchi contraffatti e lesioni personali.