Il pubblico del Teatro “G. Curci” di Barletta, sempre più appassionato e fedele ma anche nuovo e giovane, ha voluto accogliere le novità e le anticipazioni della stagione teatrale 2019/2020, presentate ieri sera nella cornice di Palazzo Della Marra con un’anteprima esilarante di Gabriele Cirilli, un attore e comico tra i protagonisti del cartellone. «L’obbiettivo di questa Amministrazione Comunale è “Portare la città a teatro!” – è questo il desiderio espresso dal Sindaco, Mino Cannito – Vogliamo rendere la partecipazione più “popolare”», riferendo il suo desiderio di riuscire a portare il teatro di livello anche in piazza. La democratizzazione passa anche attraverso l’apertura a tutti quelli che ne fanno richiesta, di utilizzare lo spazio di proprietà comunale del Teatro, però anche nel consentire a tutti la possibilità economica di vivere l’esperienza di pubblico della stagione teatrale (magari attraverso un contributo da parte comunale?). Il Sindaco ha anticipato che nelle prossime settimane il Teatro verrà chiuso per lavori di manutenzione, per un costo di 250.000 euro: «Ma aprire il teatro a tutti, alle scuole, ha un costo da tener presente anche nei prossimi Bilanci».64712026_2451158485160248_8462478804676247552_n

Il Cartellone della prossima stagione si preannuncia di alto livello, visto che il Curci di Barletta gode di un prestigio riconosciuto e consolidato nel tempo. A questo punto, si cerca lo slancio e il brio in alcune novità, come la centralità della sezione dedicata al comico, il giovedì, con 4 spettacoli: ci sarà proprio quello di Cirilli, Geppi Cruciari, Pif e Lillo & Greg. Tanti i nomi dei classici di alto livello “La camera azzurra” che porterà sul palco scenico il direttore artistico Fabio Troiano; torna in scena il Teatro dei Borgia, “Miseria e Nobiltà” con Lello Arena, Alessandro Preziosi con il suo “Van Gogh”, Leo Gullotta con “Pensaci Giacomino”, “Dracula” con Sergio Rubini e Luigi Locascio. Ad aprire la stagione sarà uno spettacolo fuori programma, il reading poetico-musicale “66/77” di Alessandro Boni e Omar Pedrini. Garantita sempre la collaborazione con l’associazione “Curci” per la stagione musicale.

64790851_326926094875517_8179751011775152128_n

Presenti all’incontro anche l’assessore alla Cultura, Michele Ciniero, che ha invitato l’imprenditoria locale a sostenere lo sviluppo della grandezza qualitativa del buon nome del Curci; il direttore artistico, l’attore Fabio Troiano, ha chiarito il suo obbiettivo di portare i giovani al Teatro, per questo sono stati inseriti i molti nomi dei comici, e spera di poter includere dei matinée per le scuole, non solo di spettacoli per ragazzi, comunque previsti, ma di normali appuntamenti già delle serate. All’incontro ha partecipato anche il direttore del Teatro Pubblico Pugliese, Sante Levante, con la dirigente delle Attività teatrali del TPP, Giulia Delli Santi. Santa Scommegna, dirigente del Settore Cultura del Comune di Barletta, ha sottolineato l’impegno dell’Ente comunale di lavorare sempre meglio per rendere questo “sistema” più efficiente, continuando a perseguire la valorizzazione di quel gioiello comunale che il Teatro Curci. L’allestimento fotografico del Palazzo Della Marra è stato curato da Fiof, Fondo internazionale per la Fotografia

20190619_184922