L’appuntamento con la storia ha un’ora e una data ben precise: le 20.30 di sabato 22 giugno. È allora che i Mad Bulls daranno il kick-off alla sfida in programma al Manzi-Chiapulin di Barletta i Briganti Napoli per la finale di North Conference, traguardo raggiunto dai tori matti dopo la vittoria della scorsa settimana in semifinale contro i Cecina Trappers. Di fronte ci sarà un roster che che nell’altra semifinale di south conference, hanno avuto la meglio sui Pirates Savona, in palio c’è l’accesso al Nine Bowl, che si giocherà venerdì 5 luglio a Sesto San Giovanni, in provincia di Milano, Per i Mad Bulls, protagonisti di una stagione che non ha mai conosciuto la sconfitta e che tra la fase a gironi contro Catania, Bari e Crotone e la fase a eliminazione diretta vissuta affrontando Angels Pesaro e Cecina, è passata per 8 vittorie su altrettante sfide. Risultati valsi il primato nel ranking nazionale, che oggi consente ai rossoneri di giocare in casa (e in gara unica) l’ultimo atto di Conference, con la possibilità di scrivere la storia e conquistare per la prima volta una finale nazionale. Per farlo, occorrerà avere la meglio in un’affascinante confronto tra due squadre del sud:

Comunque vada, il 2019 è destinato a restare un’annata storica per i Mad Bulls, che erano stati costretti sul gong del 2018 a rinunciare alla partecipazione al campionato nazionale di Seconda Divisione e sin qui si erano fermati nei quarti di Seconda Divisione nel 2015 contro Palermo e due anni dopo di fronte a Bari. Ora i tori matti sono pronti a caricare a testa bassa, a caccia di un traguardo storico per la franchigia.