«Gattini lanciati per strada in pieno centro, fermiamo questa barbarie»

«Gattini lanciati per strada in pieno centro, fermiamo questa barbarie»

La segnalazione dell’ENPA Barletta

Una segnalazione raccapricciante arriva da parte dell’ENPA di Barletta in merito a un episodio di presunto maltrattamento di animali. Sette cuccioli di gatto sarebbero stati lanciati in strada nella mattina di mercoledì 26 giugno, intorno alle 12.30, da un edificio sito in via Torino e vicino ai binari della predetta stazione ferroviaria. Di questa circostanza pare siano stati testimoni alcuni passanti. Sul posto sono intervenuti agenti della Polfer e della Polizia Locale. Le condizioni dei gattini, lattanti di pochissimi giorni e in precarie condizioni di salute, sono critiche ma sotto controllo.

«La segnalante – si legge nella nota – infatti, chiede l’intervento della locale articolazione dell’ENPA in merito ad un episodio di presunto maltrattamento di animali. Al sig. Francesco Calabrese viene riferito che nei pressi della stazione ferroviaria centrale di Barletta, precisamente da un edificio sito in via Torino e adiacente ai binari della predetta stazione ferroviaria, sette cuccioli di gatto venivano lanciati in strada da persona al momento ignota. Di tale circostanza pare siano stati testimoni alcuni passanti, alcuni dei quali hanno ricevuto contro i predetti gattini poi finiti al suolo, riportando i conseguenti traumi. Di lì a poco e mentre il Presidente di ENPA Barletta si recava sul luogo dei fatti su descritti, anche alla Vice Presidente della medesima associazione, Annarita Distaso, veniva segnalato l’accaduto; questa volta era la Polizia Locale che, anche in virtù del rapporto di collaborazione con l’associazione ENPA Barletta, chiedeva ad Annarita Distaso se le erano pervenute segnalazioni a riguardo. Quindi anche la sig.ra Annarita Distaso si recava nei pressi della stazione di Barletta. Giunti sul posto, il sig. Calabrese e la sig.ra Distaso, dopo aver riscontrato che effettivamente erano presenti dei gattini, ancora lattanti di pochissimi giorni e in precarie condizioni di salute, mentre il primo, Francesco Calabrese, si occupava di effettuare una prima verifica delle condizioni di salute dei cuccioli, la seconda, Annarita Distaso, allertava la Polizia Ferroviaria chiedendone l’intervento e che fossero effettuati accertamenti su quanto accaduto».

«Sul luogo dei fatti descritti, al momento dell’arrivo dei volontari dell’ENPA, erano presenti diversi cittadini, alcuni dei quali hanno potuto poi riferire alle Autorità intervenute, tra cui la Polizia Locale, quanto visto. La nostra Sezione di Barletta dell’ENPA – prosegue il comunicato – oltre a condannare fermamente il vile gesto, esprime notevole preoccupazione per l’escalation di violenza nei confronti degli animali, di cui quotidianamente molti cittadini sono testimoni. Inoltre, si evidenzia che chi è violento nei confronti degli animali è un potenziale pericolo anche per le persone, soprattutto quelle più deboli e indifese come ad esempio bambini, anziani e donne. I volontari dell’ENPA chiedono a tutti i cittadini di elevare il proprio senso civico affinché tutta la comunità possa sentirsi più sicura e, in particolare, chiedono di non restare indifferenti dinanzi a episodi come quello odierno e di denunciare sempre i maltrattamenti di cui dovessero essere testimoni. Si confida, infine, in un celere accertamento dei fatti innanzi rappresentati da parte delle competenti Autorità e si sollecita una ferma presa di posizione da parte di tutte le istituzioni locali. Non lasciateci in balia di un assordante silenzio!».