Ancora variazioni al Bilancio dalla maggioranza al Consiglio comunale

Ancora variazioni al Bilancio dalla maggioranza al Consiglio comunale

Cannito: «Evitato l’aumento della TARI con l’assestamento»

È tornato a riunirsi, ieri in seduta pomeridiana, il Consiglio comunale presso la sala consiliare di via Zanardelli per approvare alcune variazioni urgenti al Bilancio comunale, oltre che per l’ormai solita presa d’atto dei debiti fuori bilancio. In apertura, il presidente del Consiglio comunale, Sabino Dicataldo, ha ufficializzato il passaggio dal Gruppo misto al gruppo consiliare di Coalizione civica del consigliere Michelangelo Filannino, come da noi già annunciato ieri mattina attraverso una comunicazione del diretto interessato. Hanno fatto seguito le domande di attualità e le interrogazioni rivolte all’Amministrazione da parte di alcuni consiglieri; il consigliere Coriolano (M5S) ha chiesto riguardo la tempistica della parziale agibilità concessa allo stadio “Puttilli” e relativo smaltimento dei residui dovuti alla demolizione delle tribune esistenti. Il consigliere Losappio (Forza Barletta) ha sollecitato l’attenzione sulla necessità di porre divieto di sosta su uno dei due lati di piazza Federico II di Svevia, al fine di consentire un più facile accesso ai mezzi di soccorso come ambulanze o dei Vigili del Fuoco.

I punti all’ordine del giorno sono stati presentati dalla relazione dell’assessore al Bilancio, Gennaro Cefola. Ancora una volta è tornato a sollevare perplessità il consigliere Antonello Damato  (Iniziativa Democratica) riguardo al ricorso a “variazioni di bilancio”: «A che serve approvare il Bilancio di previsione a dicembre, se poi dobbiamo sempre confrontarci con le diverse ‘variazioni’?». Quesito posto anche dal consigliere Coriolano (M5S), chiedendo la motivazione della scritta “urgente” sulle variazioni di ieri, visto che la festa patronale (oggetto di una delle variazioni) è un evento che è possibile programmare anche dagli anni precedenti. Grandi polemiche per gli interventi del gruppo pentastellato che chiedeva chiarimenti su tutto, come del resto prerogativa dei consiglieri comunali, soprattutto d’opposizione.

Quattro le variazioni proposte (Ratifica delibera di G.C. 132 del 06/06/2019 avente ad oggetto: approvazione PRO.V.I. linea B e C per la seconda annualità; Ratifica delibera di G.C. 150 del 02/07/2019 avente ad oggetto: variazione urgente di Bilancio e di PEG ai sensi art. 175 comma 4 del TUEL – programma feste patronali 2019; Ratifica delibera variazione urgente al Bilancio di Previsione e PEG 2019/21 n. 154 del 09/07/19;Ratifica delibera variazione urgente di Bilancio e di PEG n. 158 del 11/07/2019) approvate a maggioranza. Il quinto punto all’ordine del giorno riguardava la salvaguardia degli equilibri del Bilancio di Previsione 2019/2021 e l’assestamento generale: «Grazie al voto favorevole di questa maggioranza – ha specificato il Sindaco – siamo riusciti a togliere il rischio di aumentare la TARI per la prossima annualità». In seguito, sono stati dati per letti i diversi debiti fuori bilancio e approvati. Anche la relazione della Commissione Consiliare Permanente Controllo e Garanzia è stata per letta.