«Aria irrespirabile a Barletta, non è certo un episodio isolato»

«Aria irrespirabile a Barletta, non è certo un episodio isolato»

Le parole del consigliere regionale e comunale Ruggiero Mennea

«Un episodio di certo non isolato quello verificatosi domenica sera e che i cittadini di Barletta hanno immediatamente segnalato. La città è stata invasa da un odore acre e irrespirabile suscitando grande preoccupazione per la propria salute. Adesso occorre indagare sull’origine e chiudere definitamente questo caso. Sono certo: il sindaco Cannito non farà mancare il suo apporto affinché i responsabili vengano presto individuati. Io sono a completa disposizione della nostra Barletta». Lo dichiara il consigliere regionale e comunale Ruggiero Mennea, a seguito dei cattivi odori che hanno interessato Barletta e il territorio della Bat.

«La salute dei barlettani non ha colore politico – prosegue il consigliere Mennea; per questo siamo tenuti a contribuire alla risoluzione di un grave problema che mette a rischio il benessere delle nostre famiglie. Il Primo cittadino è anche il primo responsabile della salute dei cittadini, ma non per questo può essere lasciato solo, al contrario è indispensabile dare il sostegno necessario affinché il tutto venga risolto quanto prima. Durante la conferenza stampa, indetta questa mattina a Palazzo città, è stato annunciato il coinvolgimento della Procura della Repubblica di Trani e la preparazione di un esposto contro ignoti. È giunto il momento di far luce su una questione che spesso è stata volutamente scansata da chi ne aveva la piena responsabilità. Per tanto, sono d’accordo con la scelta di convocare un consiglio comunale monotematico.

«Chiedo all’ARPA – conclude il consigliere regionale Ruggiero Mennea – di continuare ad affiancare il sindaco Cannito e attivarsi per le indagini scientifiche, affinché si individui la causa e dunque il criminale di un vero e proprio attentato alla salute dei nostri cittadini».