Pietro Mennea più veloce del vento nel libro di Pippo Russo

Pietro Mennea più veloce del vento nel libro di Pippo Russo

Vanni Loriga: «Il fenomeno d’altri tempi dell’atletica»

Lo “storico dello sport”, il giornalista Vanni Loriga, lo ha ricordato con un termine: «fenomeno»; questa la rappresentazione del recordman del mondo, il corridore barlettano Pietro Paolo Mennea. Ieri sera, presso il giardino del B&B Liddo, si è svolta la presentazione dell’ultimo libro sul campione olimpico “Pietro Mennea – più veloce del vento” con il suo autore Pippo Russo, in un incontro moderato dal giornalista Nino Vinella. «Mennea ha corso prima di tutto per se stesso», ha ricordato Loriga, sottolineando il carattere individualista del campione; non nel senso negativo, ma nell’accezione più profonda, legata alla sua grande determinazione e capacità di vincere le sfide prima di tutto con se stesso. La “freccia del Sud” rappresentato lo spartiacque tra i velocisti gazzelle di un tempo e i culturisti muscolari di oggi.69691865_462620507801406_9003763615911641088_n

Il 12 settembre sono quarant’anni dal mitico record di 19’’72 di Città del Messico sui 200 metri piani di “un italiano tutto nervi e sudore” che resisterà per diciassette anni, fino al 1996. Molti i barlettani che hanno ricordato la sua storia nella sua città natale, dalla sua abitazione familiare in via Pier delle Vigne alle sue sfide contro le automobili in viale Giannone. Ha portato il nome di Barletta in giro per il mondo, dalle sue imprese con l’Avis cittadina e i suoi allenamenti nel Lello Simeone. Da molti l’interrogativo su cosa in realtà la città abbia fatto per questo campione. Il 12 settembre Barletta celebra il “Mennea day” da diversi anni ormai, ma forse non è sufficiente. L’anno dopo, alle Olimpiadi di Mosca, quell’italiano si aggiudica anche la medaglia d’oro sulla stessa lunghezza. Ma Pietro Mennea è stato molto più che un atleta e lo è stato fino alla sua prematura scomparsa, nel 2013. Il siciliano Pippo Russo, esperto sociologo, saggista e giornalista sportivo, insegna sociologia all’Università degli Studi di Firenze; scrive per l’Unità, il Messaggero, e per le edizioni fiorentina e palermitana di La Repubblica. “Io devo prendermela con qualcuno per ottenere risultati – è questa la frase tra le tante citate nel libro che l’autore preferisce di Pietro Mennea – Quasi tutti i miei record sono venuti dopo grosse arrabbiature”.

69570424_859928991456964_2879092612038393856_n

Per l’occasione è stata ribadita l’importanza di completare i lavori per la pista di atletica e per lo stadio “Cosimo Puttilli”, titolato proprio ad un altro campione barlettano che con Mennea ebbe un importante rapporto anche personale. Inoltre, è stato posto l’accostamento con la necessaria valorizzazione del velodromo di ciclismo del Simeone.