Vittoria e sorpasso in classifica: l’Audace batte il Molfetta al Manzi-Chiapulin

Barlettani secondi in graduatoria, molfettesi sconfitti per la prima volta in campionato

Sorpresona al Manzi-Chiapulin: vince la matricola, perde la squadra più quotata. La spunta con il netto punteggio di 3-0 l’Audace: è sorpasso in seconda posizione in classifica ai danni del Molfetta, che conosce alla decima giornata di Eccellenza l’amarezza della prima sconfitta in questo campionato e scivola a -3 dalla vetta. Dista un solo punto dalla capolista Corato, invece, la squadra di Beppe Iannone, al secondo successo consecutivo, il settimo complessivo del suo straordinario avvio di stagione. Scattano meglio dai blocchi gli ospiti: Saani non sa sfruttare una ripartenza: conclusione imprecisa. Insistono i molfettesi: Morra di testa scheggia la parte alta della traversa. Lo stesso ex attaccante di Cerignola e Corato, poco dopo il quarto d’ora, non sfrutta il suggerimento del giovane Barrasso. Cinica e spietata, invece, si rivela l’Audace che passa a dieci minuti dal riposo: Floris crossa dalla corsia mancina, Dinoia al termine di un batti e ribatti in area insacca alle spalle di Pellegrini. 1-0. Prova immediatamente a reagire la squadra di Bartoli, orfana del capocannoniere Triggiani per infortunio, ma Dicandia allontana su un traversone con il piede. Audace avanti all’intervallo.

Audace che raddoppia in avvio di ripresa direttamente su punizione con Lomuscio: l’estremo ospite si fa sorprendere dalla beffarda traiettoria. Molfetta in affanno: sbaglia da buona posizione Legari, conclusione da dimenticare. Poi arriva l’occasione per riaprire la contesa: fallo di Floris su Pinto, per l’arbitro è rigore: Morra va dagli undici metri, Dicandia respinge la conclusione e salva il doppio vantaggio dei suoi. Anche quando, poco dopo, vola alla sua sinistra per arrivare sull’insidioso colpo di testa di Pinto. Dalla parte opposta, gran giocata di D’Onofrio il capocannoniere dei barlettani: mancino a giro che termina a lato. Stesso risultato dalla parte opposta sulla conclusione di Ventura. E ancora: calcia Lavopa, non trattiene Dicandia, non ne approfitta Saani che conclude debolmente. Il finale è tutto dell’Audace: il neo entrato Terrone fallisce il tris. Lo realizza allo scadere, dopo aver colpito anche una traversa, Guacci in contropiede: è la rete del definitivo 3-0. L’Audace continua a vincere e a sorprendere. E ora è seconda in classifica.