La Puglia un passo avanti con la Protezione Civile per i disabili

La Puglia un passo avanti con la Protezione Civile per i disabili

Mennea e il Garante delle disabilità, convegno al Castello

Con un 15% di incidenza delle disabilità sulla popolazione pugliese, e sul 40% delle famiglie coinvolte, è impossibile non porsi il problema di come declinare la macchina della Protezione Civile nei confronti di quest’utenza. Questa la riflessione alla base dell’incontro “Idee per la Puglia in cammino – Il sistema di Protezione civile regionale a sostegno delle persone con disabilità”, che ieri pomeriggio si è svolto presso la Sala Rossa “Vittorio Palumbieri” del Castello di Barletta.protezione_civile_disabili (3)

Da qui la necessità di integrare i Piani di Protezione Civile a tutti i livelli, riguardanti soprattutto i comuni, dedicando maggiore attenzione nella programmazione. Un bando, in sostanza, per aggiornare quei Piani già esistenti nei territori, provvedendo ai disabili, soprattutto non autosufficienti, in caso di eventi calamitosi. Sono intervenuti al convegno: il presidente del Comitato permanente della Protezione civile regionale e consigliere regionale, Ruggiero Mennea; l’assessore regionale alla Protezione civile, Antonio Nunziante; il Garante regionale dei diritti delle persone con disabilità, Pino Tulipani; il referente del Dipartimento nazionale della Protezione civile, Antonio Salpietro; Francesco Lanotte dell’associazione ‘Binario 10’. Quest’ultimo ha illustrato, a riguardo, il proprio progetto “QUOsave”.

protezione_civile_disabili (2)Mennea ha introdotto al grande spazio per la formazione che questo provvedimento offrirà: 1.000 volontari e 1.000 operatori in un corso di formazione triennale in protezione civile. «Perché la Protezione Civile deve essere uguale per tutti e dobbiamo mettere tutti i cittadini nella condizione di essere uguali anche nelle emergenze. La disabilità è un valore sociale da tutelare, facciamo in modo che lo sia con i fatti». Nunziante ha valorizzato l’idea che rispecchia una determinata “etica politica”: la dignità dell’individuo, anche diversamente abile, deve essere al centro di qualunque politica a favore dei cittadini. Approfittando dell’occasione, Nunziante ha tenuto a ricordare come sia assolutamente tutto sotto controllo nella Regione Puglia per affrontare al meglio le evenutuale criticità legata al Coronavirus. Rispondere alla necessità dell’inclusione dei diversamente abili del nostro territorio è un fermo dovere delle istituzioni e anche della missione posta dal Garante. Importante che i comuni conoscano e facciano conoscere i Piani di Protezione Civile coinvolgendo i cittadini. Presenti all’incontro le diverse associazioni di categoria, chiamate a raccolta, oltre ai rappresentanti delle forze dell’ordine.

Lascia un Commento