Mercoledì 12 agosto, presso la fortezza di Barletta, ha avuto luogo l’inaugurazione della mostra “PRAEFECTUS FABRUM” allestita nella cappella del castello, a cura di Massimiliano Cafagna e Simona Falcetta.

La mostra “Præfectus Fabrum” ha lo scopo di connettere il Castello di Barletta quale “costruzione alla moderna”, con altre fortezze nazionali ed internazionali. Sono stati rilevati 40 campioni di fortezze in tutto il mondo (Africa, America, Asia, Europa) tramite l’utilizzo delle immagini satellitari (Google Earth).

Lo scopo di questa ricerca consiste nel creare un filo conduttore per connettere tra di loro queste fortezze rendendole sede di un più ambizioso progetto, ricco di iniziative culturali incentrate sul tema della “costruzione all’italiana”. A questo proposito l’architetto Massimiliano Cafagna e la storica dell’arte Simona Falcetta hanno avanzato la proposta di creare una rete culturale capace di collegare tramite la circolazione di eventi site-specific, le numerose fortezze gemelle prese in esame.

ll concetto di “rete culturale” sta assumendo in Europa un’importanza strategica per il ruolo di intermediazione tra esperienze artistiche e istituzioni. Sono network che raggruppano le più diverse realtà culturali costituendo un luogo di dibattito su temi e problematiche comuni ai diversi settori della cultura o specifici di un particolare campo e favorendo una maggiore circolazione e diffusione delle idee tra artisti e centri di produzione. Svolgono anche un ruolo di informazione sulle iniziative che si realizzano nei diversi paesi, consentendo a progetti locali di emergere ad una dimensione europea ed internazionale attraverso lo scambio di conoscenze ed esperienze. La fortezza di Barletta inserita in un contesto tale acquisirebbe così una maggiore visibilità.