Contrariamente rispetto a quanto alcuni credano, Instagram non è solo il social network dei sefie delle vacanze e del trionfo dell’immagine a scapito del contenuto, ma si è trasformato in un luogo in cui i giovani si sono organizzati per informare e informarsi, imparare nuove cose e condividere competenze. Sempre più ragazzi e ragazze, infatti, utilizzano il social per diffondere le loro conoscenze sugli argomenti più disparati, da quelli scientifici a quelli letterari, politici, economici, linguistici e tanto altro. In questo clima di crescente vivacità culturale, si è inserito anche il barlettano Gianluca Civita, con i suoi contenuti che trattano temi economici e politici.
Ventitré anni, laureato in Economia e Finanza alla Bocconi, Gianluca frequenta il corso di laurea magistrale in Economics and Social Sciences e ha deciso di sfruttare le sue conoscenze per spiegare in poche parole e con semplicità alcuni argomenti che tutti dovremmo conoscere, per capire meglio l’attualità. Termini come “debito pubblico”, “titoli di stato” e “recovery fund” appaiono spesso sui giornali ma non sempre ne conosciamo il vero significato. «Rispetto al passato, in cui le informazioni si reperivano solo tramite i media tradizionali, oggi siamo oberati di notizie- ci ha spiegato Gianluca- La sfida adesso è reperire informazioni affidabili e che siano complete e imparziali. Naturalmente la mia attività non si sostituisce a quella dei giornali, ma vuole semplicemente offrire un approfondimento, che permetta di approcciarsi con più consapevolezza alle notizie e comprenderle meglio. Un esempio è stato il lavoro che ho fatto riguardo il recovery fund, su cui vige tanta confusione. Io ho cercato ti rielaborare le informazioni per renderle più semplici e fruibili e spiegare i possibili scenari futuri».
La sua attività è iniziato solo da due mesi, ma sul suo profilo ci sono già vari contenuti interessanti, tra cui anche un breve video in cui riassume i motivi per cui è importante votare al referendum costituzionale. «Per la scelta degli argomenti cerco di alternare concetti basilari di economia, macroenomia e scienze politiche ad argomenti che si legano all’attualità o a film e libri di recente uscita che hanno un nesso col mondo della finanza. Altri suggerimenti arrivano dai miei follower, spesso studenti che mi chiedono una mano». Il feedback, nonostante i pochi mesi di attività, è già positivo. «Ho stimolato l’interesse di vari amici di Barletta e dell’università, che mi propongono temi e sono incuriositi dall’iniziativa. Adesso vorrei trattare temi di diritto costituzionale e spiegare in breve il funzionamento della nostra repubblica, perché mi rendo conto che la preparazione scolastica non è sufficiente».
E proprio i giovani e gli studenti sono il suo target, motivo per cui ha scelto di iniziare questa attività su Instagram, piuttosto che su altri social. «Sto valutando anche YouTube, e magari lo userò in futuro per video più lunghi, ma per ora Instagram si presta molto bene ai miei scopi, permettendo di condividere brevi video e storie- ha aggiunto- Qui c’è un clima favorevole, più giovane, e che si distingue da Facebook per dare più risalto ai contenuti, piuttosto che alle discussioni, spesso accese, che nascono tra i commenti».
Per trovare il suo profilo, basterà cercare su Instagram @thejcgram.