Ripugnanti. Sono le immagini che arrivano dall’aiuola tra via Regina Elena e viale Carlo d’Asburgo, a pochi metri da uno degli ingressi alla villa del Castello Svevo di Barletta. Deiezioni canine, circondano il basolato del monumento alla prima Medaglia d’oro al valor militare della Marina Italiana: il Marinaio Francesco Conteduca, barlettano. Un’offesa alla città, perpetrata da padroni che dimostrano un Qi di gran lunga inferiore ai loro amici a quattro zampe. Con la speranza che anche grazie a queste foto la Barsa possa intervenire per ripulire e “civilizzare” l’area.