Seconda Pasquetta “reclusa” quella che ha già battezzato il Lunedì dell’Angelo 2021. Secondo quanto stabilito dal decreto legge Draghi, infatti, per contenere l’impennata di contagi da Covid-19, nei giorni del 3, 4 e 5 aprile il “rosso” dilagherà nuovamente nel Bel Paese, restringendo al minimo i piccoli spiragli di evasione. Consentite le visite a parenti e amici all’interno della Regione, ma soltanto in due e una sola volta al giorno, con autocertificazione alla mano, per giustificare il motivo dello spostamento. Un vero e proprio salto all’indietro, dejà vu di un “già visto” che avremmo preferito accantonare per sempre. A Barletta la Pasquetta dell’anno scorso si presentò come la Pasquetta dei facinorosi: nonostante la “zona rossa” fosse ben più stringente, vennero registrati 244 controlli ed effettuate 13 sanzioni. Un numero non copioso in proporzione alla densità ma, in ogni caso, il segno su territorio di una mancata applicazione delle regole. Finiti i tempi delle grigliate e dei picnic, delle ammucchiate nei ristoranti o sui prati, con la spensieratezza di chi non percepisce sul groppone il peso incombente di un pericolo. Molto complesso, ancora oggi dopo un anno, interiorizzare questo cambiamento e integrarlo nel proprio mos maiorum.

Ma allora come si può trascorrere questo giorno, cercando di contemperare la diligenza e una parvenza di spensieratezza? Sicuramente sport e attività fisica sono consentiti. È permesso infatti poter passeggiare, muniti di opportuna autocertificazione, in parchi e giardini pubblici, godendo della natura circostante. Si potrebbe quindi approfittare per un training rigenerante o per un’ordinata passeggiata, senza ovviamente cadere nell’eccesso. Sancita la chiusura di tutte le attività commerciali, restano però consentiti asporto e consegna a domicilio fino alle 18 (previa prenotazione). Perché allora non ordinare gustose prelibatezze per il giorno di Pasquetta, per tutti coloro che non hanno voglia di disperdersi nei lunghi preparativi e gradiscono coccolarsi? E ancora, oltre ad un buon libro per accompagnare quietamente le ore che scorrono, le videochiamate con gli amici, viene in nostro soccorso anche la programmazione di Rai e Mediaset, lenitivo e giusta compagnia per grandi e piccoli. E se Rai 2, ad esempio, resta fedele alla tradizione con il Concerto di Pasqua 2021 al mattino e Ben Hur in prima serata, Italia 1 sceglie l’avventura con I Pirati dei Caraibi e il carismatico quanto incorreggibile Jack Sparrow.

Tanti anche gli appuntamenti virtuali, un surrogato (sebbene non soddisfacente allo stesso modo) di eventi reali al momento ovviamente non realizzabili. Un paio di esempi (un paio fra moltissimi, a seconda dei gusti) è pubblicizzato dalla testata di arte e cultura contemporanea Artribune. Sarà possibile infatti visionare l’Altare della Cappella della Sindone a Torino grazie ad un progetto multimediale che prevede l’uso della realtà aumentata, fornendo anche spunti e informazioni sul restauro della cappella e dell’altare stesso. Possibile inoltre seguire appuntamenti musicali come le opere liriche Stabat Mater e Cavalleria Rusticana, due paradigmi di magnum opus eseguiti in diretta streaming dal Coro Lirico Siciliano. Insomma, fronteggiare le ennesime festività pasquali chiusi in casa non è semplice, ma i modi per poter trascorrere ore piacevoli senza trasgredire le regole grazie ad emittenti televisive, canali social e passatempi nostrani sono molteplici. In fondo, se questa pandemia ci ha insegnato qualcosa, è stato proprio la capacità di riuscire a reinventarci.