È attesa per l’arrivo, entro la giornata di venerdì, del nuovo decreto sostegni in Consiglio dei ministri. «Accogliendo le istanze dei liberi professionisti, i senatori di Forza Italia hanno proposto un emendamento all’articolo 22 in merito a “Disposizioni per la sospensione della decorrenza di termini relativi ad adempimenti a carico del libero professionista in caso di malattia o infortunio”». Lo rende noto Dario Damiani, senatore barlettano di Forza Italia e componente della Commissione Bilancio.

«La pandemia ha colpito duramente le attività degli studi professionali, luoghi nei quali alto è il rischio di contrarre il virus a causa del contatto diretto con la clientela, obbligando a rivedere l’organizzazione del lavoro e le tempistiche per adeguarsi al rispetto delle norme anticontagio, a tutela sia del personale di studio che dei clienti. Tuttavia, finora nessuna norma ha previsto proroghe dei termini per gli adempimenti, fiscali o legali, a carico dei liberi professionisti, nemmeno nel caso di malattia da Covid-19».

L’emendamento proposto da Forza Italia prevede quindi che, al fine di tutelare sia il diritto al lavoro che la salute, entrambi diritti fondamentali garantiti dalla Costituzione, in deroga alla normativa vigente il mancato invio di atti o pagamenti non costituisca inadempimento nei confronti della pubblica amministrazione da parte del professionista (commercialista o forense) impossibilitato per motivi connessi all’infezione da Sars-cov2. Il termine è sospeso dal giorno del ricovero in ospedale, dalla permanenza domiciliare o quarantena fino al trentesimo giorno successivo alla dimissione dall’ospedale o dalla conclusione della quarantena.

«Si tratta – aggiunge Damiani – di un’altra importante battaglia a favore delle categorie produttive in cui Forza Italia si è impegnata fin da subito e siamo certi che il Parlamento dimostrerà di condividerla esprimendo voto favorevole a questo provvedimento che attenua una situazione finora di sfavore per i professionisti».

Sport e Tv locali, gli emendamenti a favore dei due settori

La commissione Bilancio del Senato ha approvato in nottata due emendamenti al decreto Sostegni proposti da Forza Italia, primo firmatario il senatore Dario Damiani.

«Si tratta – spiega il senatore – di due importanti contributi al rilancio di settori gravemente colpiti dalla pandemia, ovvero lo sport e l’emittenza locale. In merito al settore sportivo, l’emendamento prevede l’aumento del “Fondo unico per il sostegno delle associazioni sportive e sportive dilettantistiche” per un importo di 50 milioni di euro nel 2021.

Per le emittenti locali, invece, l’incremento è pari a 20 milioni di euro nell’anno corrente. Forza Italia sempre al fianco delle attività più penalizzate dall’emergenza sanitaria e fra queste, senza dubbio, lo sport dilettantistico e l’informazione televisiva locale. Lo sport ha subìto uno stallo pressoché totale per un anno, con danni che speriamo non siano irreversibili per le tante società che, già prima della pandemia, con grossi sacrifici portavano avanti il loro impegno. Stessa situazione per le TV locali, che hanno subìto pesanti contraccolpi nella raccolta pubblicitaria, a causa della crisi economica del 2020.

I nostri emendamenti, ora approvati in commissione, troveranno ampia condivisione in Parlamento».