Tre racconti cuciti assieme dalla forza di ribellione, incastonati in un unico romanzo: “Urla sempre, primavera” scritto da Michele Vaccari. La presentazione del suo ultimo libro si terrà giovedì 22 luglio alle ore 20, presso “I Funamboli Libri e te”, in via Madonna degli Angeli 35, a Barletta.

Il Paese raccontato da Michele Vaccari è governato da un’oligarchia di uomini anziani in cui non c’è spazio per il futuro e per le nascite. La paura pare abbia soffocato gli animi e la capacità di creare cambiamento. La scintilla è una bambina, il sogno così potente da aprire la strada a una rivoluzione.

La passione per la lettura e i racconti non vanno in vacanza. È il terzo appuntamento letterario di book Festival, quello che vedrà la presentazione del libro “Urla sempre, primavera”, un dialogo tra l’autore e la giornalista Antonella Filannino. Una rassegna a cura de “I Funamboli Libri e te” che ha visto al centro temi sociali: dalla violenza sulle donne, al concetto di solidarietà fino al tema di rivoluzione.

L’appuntamento per la presentazione del libro è giovedì 22 luglio presso “I Funamboli Libri e te”, in via Madonna degli Angeli 35, a Barletta. È consigliabile prenotare al numero 380 1576846.

Trama “Urla sempre, primavera”

Per Zelinda il presente è il 2022, e Genova, la sua città, è messa a ferro e fuoco come nel G8 del luglio 2001. Procreare è diventato un reato, e per Zelinda l’ultima ribellione è la fuga, per mettere in salvo la bambina che porta in grembo a costo della sua stessa vita. Per il Commissario Giuliani il presente è l’8 settembre 2043, quando viene chiamato a indagare sulla morte di un uomo centenario che ha cambiato le sorti del paese. Per Spartaco il presente è sua nipote Egle, la figlia di Zelinda: lui, partigiano, queer, militante, dovrà addestrarla a combattere per se stessa e per gli Orfani del bosco, i bambini sopravvissuti. Presente, passato e futuro entrano senza bussare nella vita di Egle che, depositaria di una storia familiare e di un potere legato ai sogni, è l’unica in grado di immaginare il cambiamento. Nella Metropoli che è diventata l’Italia, un’oligarchia di uomini anziani, la Venerata Gherusia, ha cancellato istruzione e scienza, avvelenato terre e città, e i cittadini devono scegliere di estinguersi. Ma la scintilla del sogno è così potente da piegare la realtà, aprendo la strada alla rivoluzione. Scritto in una lingua indomabile, “Urla sempre, primavera” è un romanzo vertiginoso, da leggere come un libro d’avventure. Una storia d’amore e lotta, un sogno lucido e folle dove la natura si supera dando vita a una nuova umanità.

Michele Vaccari (Genova, 1980) si occupa di editoria, cinema e comunicazione. Ha coordinato la scrittura del film e del documentario per il progetto Making(of)Love per Sky. Ha pubblicato Italian Fiction (ISBN 2007), Giovani nazisti e disoccupati (Castelvecchi 2010), L’onnipotente (Laurana 2011), Il tuo nemico (Frassinelli 2017) e Un marito (Rizzoli 2018).